Indietro
sabato 28 maggio 2022
menu
Basket Serie B

Alla scoperta dell'Aurora Basket Jesi, avversaria mercoledì di RBR

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 1 feb 2022 11:57 ~ ultimo agg. 18:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si torna a parlare di basket giocato per RivieraBanca Basket Rimini, che dopo il rinvio del derby contro Raggisolaris Faenza previsto domenica 30 gennaio sarà di scena nel recupero della quinta giornata di campionato contro l’Aurora Basket Jesi, formazione attualmente undicesima in classifica con 13 punti (record: 7-9, un punto di penalizzazione), in programma mercoledì 2 febbraio alle ore 20.30 al Flaminio.

I marchigiani sono una delle squadre più in forma del campionato con ben quattro vittorie nelle ultime cinque partite, tra cui va senza dubbio segnalata quella casalinga contro la Real Sebastiani Rieti ottenuta lo scorso mercoledì per 76-65: risultato che, matematica alla mano, tiene ancora in corsa RivieraBanca Basket Rimini per un posto in Coppa Italia.

La sfida del Flaminio di mercoledì arriva dopo una storia abbastanza tormentata: la data originaria per Rimini-Jesi era domenica 31 ottobre, occasione per la quale avevamo preparato una bella atmosfera a tema Halloween per bambini e famiglie, ma le positività al Covid di Jesi hanno costretto al rinvio. La partita, rinviata a giovedì 23 dicembre, è stata ulteriormente spostata, questa volta a causa di un focolaio emerso tra le fila dei nostri biancorossi, definitivamente a mercoledì 2 febbraio.

Jesi è una squadra che ha rivoluzionato diversi elementi del suo gruppo squadra durante il corso di questa stagione: in primis c’è stato l’esonero, in data 9 novembre, di Coach Massimo Meneguzzo che è stato sostituito dall’ex vice allenatore Francesco Francioni, tutt’ora alla guida tecnica dell’Aurora Basket.

Sul fronte del roster, il mese di dicembre è stato movimentato per quanto riguarda il reparto esterni: nelle prime due settimane la Società ha annunciato l’arrivo del play/guardia classe 1998 Flavio Gay, talentuoso prodotto del settore giovanile di Borgomanero proveniente da Capo d’Orlando in A2, e della guardia classe 2000 Simone Rocchi, in uscita dall’ambiziosa Cividale, altro colpo grosso da parte dei marchigiani. I nuovi acquisti hanno sostituito, rispettivamente, il play classe 1991 Matteo Fabi e la guardia/ala classe 1997 Matteo Fioravanti, i cui sodalizi con Jesi sono stati annunciati nella seconda metà del mese.

L’Aurora Basket può contare, poi, su un veterano di lusso per la categoria come la guardia/ala classe 1984 Nelson Rizzitiello, protagonista delle promozioni in A2 con Cento (2018) e Montegranaro, quest’ultima insieme ai biancorossi Rivali e Bedetti (2017), che sta ritrovando la migliore condizione dopo un infortunio che lo ha tenuto lontano dal parquet per oltre un mese; ma attenzione anche alla guardia classe 1993 Mattia Magrini, giocatore che si è progressivamente conquistato sempre più possessi come dimostrano i quasi 12 punti di media segnati sin qui, un vero e proprio pericolo per tutte le retroguardie.

Lo slot di ‘4’ è occupato dalla guardia/ala classe 1998 Massimiliano Ferraro, già in A2 con le maglie di Trieste, Orzinuovi e Piacenza, giocatore da 10.6 punti e 5.7 rimbalzi di media: doti balistiche importanti, può giocare con grande efficacia sia fronte che spalle canestro. Sotto le plance Jesi si affida al centro classe 1995 Mirko Gloria, da poco rientrato dalla positività al Covid: lungo di grandissima solidità, è un fattore determinante per i marchigiani, per lui una doppia doppia di media (15+10) finora in campionato.

In uscita dalla panchina, oltre al già citato Rizzitiello, Coach Francioni pesca il play/guardia classe 1999 Antonio Valentini, ottimo collante per la fase difensiva, insieme ai giovanissimi Memed Rezart, guardia classe 2003, e Daniele Cocco, ala/centro classe 2001.

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini