Indietro
menu
Le sfide del 2022

Pd, ecco la nuova segreteria provinciale: sette donne e sette uomini

In foto: Filippo Sacchetti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 25 gen 2022 15:22 ~ ultimo agg. 16:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

14 esponenti, sette uomini e sette donne. comporranno la segreteria provinciale del Partito Democratico guidata dal segretario Filippo Sacchetti. Si tratta di Lucilla Frisoni (vice segretaria), Chiara Bellini (scuola e università), Mattia Morolli (Pnrr, infrastrutture e cultura), Edoardo Carminucci (formazione politica), Anna Barilari (ambiente e mobilità), William Raffaeli (sanità), Giulia Corazzi (attività organizzative), Marcella Bondoni (lavoro e innovazione), Claudia Corsini (welfare sociale e diritti), Enea Torcolacci (este dell’unità), Francesca Pieraccini (legalità e sicurezza) e Alessandro Belluzzi (turismo) quale referente di zona Valmarechia e Valconca.

Sacchetti nei giorni scorsi era stato nominato anche coordinatore di tutti i segretari provinciale emiliano romagnoli. “In questa fase in cui la pandemia non è ancora sconfitta – dice Sacchetti -, è vitale scongiurare il rischio di un’ulteriore pandemia burocratica causata da un sistema di tracciamento e quarantene in tilt e quello di una pandemia sociale figlia dei distanziamenti, degli isolamenti, dei disagi e del rischio di tante nuove povertà che arrivano anche in presenza di lavoro stabile. C’è un tema di ineguaglianza crescente inaccettabile per una forza politica che sta sempre dalla parte di chi è in sofferenza” spiega il segretario, allargando quindi la prospettiva: “Priorità anche alla discussione sulle necessità del territorio su cui far convergere la grande mole delle risorse del Pnrr: in parte stanno arrivando (sono oltre 40 i milioni già distribuiti in provincia), ma tante altre le seguiranno. Servono quindi politiche integrate per i servizi, per contenere le tariffe, per le infrastrutture e il sistema sanitario. Rimini deve essere infatti sempre più leader e guida sulle principali tematiche economiche, in particolare quelle turistiche, e ci sono tutte le condizioni per esserlo se si ragiona in modo organico con una stessa base di valori”.

E non può mancare uno sguardo alle nuove sfide elettorali del 2022. “Quest’anno saranno chiamati alle urne i cittadini di Riccione, Coriano e Morciano e stiamo già lavorando a questi appuntamenti da partito coese e unito come non mai. Un Pd pronto a giocare un ruolo di primissimo piano nella costruzione di squadre di ampia coalizione che si sono rivelate la carta vincente di tutti gli ultimi appuntamenti con il voto. E questa unità sarà un elemento determinante per garantire coesione alle politiche di sistema, progettualità nel tempo e dare forza alle battaglie che ci aspettano” conclude Sacchetti.