Indietro
menu
Costi alti, bigliettazione scarsa

Metromare. Giorgetti: costi Tpl impennati di 2 milioni, chiesto aiuto a Regione

di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 13 gen 2022 13:16 ~ ultimo agg. 14 gen 09:01
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella trasmissione di Icaro TV Fuori dall’Aula è andato in scena mercoledì sera un confronto tra il sindaco di Bellaria Igea Marina Filippo Giorgetti e il consigliere della Lista Bucci, Gabriele Bucci. Il dibattito, che in chiusura ha toccato anche il tema del nuovo lungomare, si è concentrato per lunga parte su ferrovia e trasporto rapido costiero. Il comune di Bellaria, con i suoi sei passaggi a livello ancora attivi (di cui 5 in appena 1,5 km), siede al tavolo con Regione ed Rfi per trovare una soluzione che permetta di superare questi attraversamenti a raso che, con il potenziamento della tratta Rimini Ravenna, finirebbero per creare una sorta di muro, dividendo in due la città. L’amministrazione ha chiesto di realizzare uno studio di fattibilità per contemplare varie soluzioni, compresa la sopraelevazione. Il tema si lega strettamente anche a quello del Trasporto Rapido Costiero. La Regione infatti ha più volte ribadito la volontà di un collegamento di superficie che arrivi almeno fino al ravennate. “Ma non sarà come l’attuale Metromare tra Rimini e Riccione – puntualizza il sindaco Giorgetti – sarà praticamente un potenziamento della linea ferroviaria. Di fatto quel treno ogni mezzora di cui parla Rfi“. Il problema del Metromare, come attualmente realizzato, oltre ai costi di realizzazione, è però quello della gestione ordinaria e il sindaco fa alcuni numeri per rendere l’idea. “Con il presidente Santi e con gli altri sindaci della provincia stiamo discutendo di come spalmare i due milioni di euro di costi in aumento sul Trasporto Pubblico Locale che ha prodotto il Metromare. Il rapporto costo per chilometro è infatti molto più alto del Tpl ordinario mentre la bigliettazione non è ancora lontanamente in grado di sostenerne i costi. Inizialmente Agenzia Mobilità aveva pensato di spalmare questi due milioni su tutti i comuni ma adesso si sta interloquendo con la Regione per chiedere un intervento diretto” conclude Giorgetti.

La puntata di Fuori dall’Aula

]