Indietro
lunedì 23 maggio 2022
menu
metoroby

Meteo. Nessun cambiamento in vista nei giorni della Merla

In foto: di Roberto Nanni
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 28 gen 2022 13:11 ~ ultimo agg. 13:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Non ci sono grandi cambiamenti in vista per il meteo nel fine settimana. Roberto Nanni, meteorologo professionista di Ampro ci fa il quadro dei prossimi giorni

L’Italia si trova contesa tra due differenti masse d’aria, stretta tra un braccio di ferro messo in atto da un possente anticiclone atlantico semi-stazionario, che da inizio gennaio non cede di un passo estendendosi in maniera decisa sulle nostre regioni settentrionali. D’altra parte, gli unici sussulti che provengono dal Baltico, sotto forma di fronti freddi che scivolano lungo il versante Adriatico, non saranno in grado di apportare delle grandi modifiche sullo stato del tempo in Emilia-Romagna, contribuendo a mantenere “bloccata” la circolazione per lunghi periodi. Così, non solo per i giorni della Merla (29-30-31 gennaio), ma anche all’inizio del mese di febbraio, ci ritroveremo a fare i conti con un clima piuttosto secco e stabile che, oltre ad aggravare lo stato di siccità in cui versiamo, comporta un forte inquinamento dell’aria in particolare nelle aree maggiormente urbanizzate. I due impulsi perturbati, previsti nella giornata di venerdì e in quella di lunedì sera, si limiteranno a lambire la nostra Regione portando un rinforzo della ventilazione e un lieve calo dei valori minimi: il primo, avrà il compito di riportare degli sprazzi soleggiati nel weekend, spazzando via parte delle nubi e nebbie presenti sulle pianure, mentre il secondo, tramite il passaggio di un pò di nuvolosità, sarà seguito da qualche sporadica e veloce precipitazione sulla bassa Romagna associata ad occasionali nevicate fino a 700 metri.

Scendendo nei dettagli previsionali per il prossimo fine settimana nulla di nuovo ci attende, se non delle timide schiarite che già dal pomeriggio di venerdì torneranno a spartirsi i cieli del territorio regionale tra la nuvolosità irregolare che continuerà ad insistere sulle basse pianure. Sabato ancora nubi basse e stratificate con nebbie fino al tardo mattino lungo il corso centro-orientale del Po e in successivo diradamento, ma con la tendenza a riformarsi in serata sulle pianure di Ravenna e Ferrara. Più soleggiato altrove e in generale miglioramento nel pomeriggio, salvo il ripresentarsi da ovest di innocui annuvolamenti che si addenseranno specie lungo i crinali. La domenica sarà caratterizzata da ampi spazi soleggiati con cieli pressoché sereni o poco nuvolosi. Foschie e banchi di nebbia tenderanno a riformarsi nuovamente dalla sera sui settori centro-orientali della Regione.

Temperature minime in leggera diminuzione ma con valori che potranno attestarsi compresi tra -1 e 3 gradi, localmente inferiori nelle aree extraurbane. Massime in lieve aumento comprese tra 9 e 11 gradi. I venti soffieranno con temporanei rinforzi provenendo da sud-ovest sui rilievi, da ovest sulle pianure e tendenti a disporsi da nord-nord/est lungo i litorali. Mare poco mosso o quasi calmo.

Altre notizie