Indietro
menu
Con Agenzia delle Entrate

Lotta all'evasione fiscale. Il Comune di Rimini recupera 167mila euro

In foto: palazzo Garampi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 15 gen 2022 13:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con la lotta all’evasione fiscale nel corso del 2021 il Comune di Rimini ha recuperato 167mila euro  grazie all’attività conseguente al Protocollo d’intesa stipulato tra la Direzione Regionale dell’Agenzia e ANCI Emilia Romagna, nonché al Protocollo d’intesa nazionale siglato dall’Agenzia delle Entrate, ANCI ed IFEL, firmati nel 2009 e attivati nel 2011.

Queste intese, che hanno visto il Comune di Rimini tra le prime amministrazioni locali firmatarie, e che nel corso degli anni hanno consentito all’ente di recuperare un totale di circa 3 milioni di euro dalla messa in pratica del protocollo fino ad oggi.

Partendo dalle indicazioni fornite dall’Agenzia relativamente agli ambiti d’intervento (commercio e professioni, urbanistica e territorio, proprietà edilizie e patrimonio immobiliare, residenze fittizie all’estero, disponibilità di beni indicativi di capacità contributiva in assenza di redditi dichiarati), è stata dedicata paticolare attenzione a tutti quei casi che si incontrano nel corso della normale attività dell’ufficio e che danno adito sospetti, come ad esempio la vendita simulata di aree edificabili, l’omissione della dichiarazione di immobili, la proprietà di beni indicativi, insieme al riscontro d’irregolarità nella gestione dell’imposta di soggiorno di alcune strutture ricettive.

Oltre a questo, la collaborazione con l’Agenzia in questi anni si è articolata nei più disparati spazi d’intervento sia per il recupero dell’evasione sia per il mantenimento dell’ordine pubblico, come nel caso dei controlli riguardanti le gestioni promiscue di centri estetici, residence e centri sportivi.

L’attività di accertamento legata al protocollo di intesa con l’Agenzia delle entrate si affianca all’azione di contrasto dell’evasione che il Comune di Rimini porta avanti direttamente da anni. Attività che ha già avuto importanti risultati e che andrà ad implementarsi nei prossimi mesi con l’introduzione di nuove formule di accompagnamento alla regolarizzazione tributaria rivolte ai contribuenti.

“Il Comune di Rimini continua ad essere in prima fila nel contrasto dell’evasione fiscale, confermando di poter contare su una macchina efficiente e ben rodata, che ha l’obiettivo di garantire l’equità fiscale e di recuperare, attraverso una minuziosa e attenta attività, le risorse che spettano alla comunità – dichiara l’Assessore al Bilancio del Comune di Rimini Juri Magrinitutto questo è possibile grazie a meccanismi di verifica e di scambio di informazioni tra gli uffici veloci, efficienti e al passo coi tempi, in modo tale da avere sempre una massima collaborazione tra gli enti locali e le altre istituzioni deputate al controllo. Le azioni finalizzate ad arginare l’evasione e le frodi fiscali, così come quelle finalizzate a stimolare l’adempimento spontaneo da parte dei contribuenti, restano una priorità, a interesse e beneficio di tutto il nostro territorio”. 

Notizie correlate
di Redazione