Indietro
domenica 15 maggio 2022
menu
Calcio Serie D

Ghiviborgo-Rimini 2-1: cronaca, tabellino e video

di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 19 gen 2022 11:15 ~ ultimo agg. 20 gen 16:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

GHIVIBORGO-RIMINI 2-1

C’è chi le chiama stregate, chi maledette. Ma nell’arco di un campionato ci sono anche partite come quella giocata oggi dal Rimini nella tana del Ghiviborgo. Una gara in cui i biancorossi hanno giocato a una porta per 45 minuti, con il portiere Nucci migliore in campo per distacco, ma si sono fatti andare storto il tè di metà gara, subendo al 45′ la rete dell’incredibile (per quanto visto in campo) vantaggio dei padroni di casa, autore Bongiorni. La ripresa è stata un’altra gara perché i romagnoli hanno continuato ad attaccare, ma non con la stessa veemenza della prima frazione (complice anche il rosso a Lo Duca al 21′). Restava nell’aria la sensazione che fosse una giornata in cui non si potesse segnare a Nucci “neanche con le mani”. E quando, al 90°, l’estremo locale è stato costretto a capitolare (per “mano” di un difensore, Pietrangeli) non c’è stato neanche il tempo per sognare il ribaltone perché dopo appena due minuti il Ghiviborgo è tornato avanti, grazie alla rete di Bachini. La sconfitta è diventata così ancora più beffarda. Ma, al di là degli episodi poco fortunati, quello in Toscana resta un match in cui il Rimini ha subito due gol dall’ultima della classe (ora non più), e ne ha trovato solo uno. Non ci si può quindi appellare solo alla sfortuna, ma nel bilancio della partita vanno conteggiate anche due disattenzioni difensive di troppo (anche se le uniche) e la poca precisione in fase di conclusione. Partita stregata, dicevamo, forse nella settimana più delicata della stagione, anche se manca ancora una vita alla fine del campionato. Ora sarà interessante vedere la reazione della squadra, che potrebbe abbattersi per l’inattesa sconfitta o (come sarebbe auspicabile) convertire la delusione in quella rabbia agonistica che spesso accompagna le imprese sportive. La risposta arriverà domenica nello scontro al vertice in casa del Lentigione (rimasto a -3 e con una partita ancora da recuperare). Per la Partita con la P maiuscola mister Gaburro potrà contare su Panelli e Tanasa, in diffida e oggi “preservati”, e su Germinale (anch’egli in diffida e che non ha subito provvedimenti disciplinari), ma dovrà fare a meno di un altro giocatore fondamentale (anche perché 2003): Lo Duca, che sarà squalificato. Riprendendo una battuta del tecnico dei biancorossi alla vigilia, il neoacquisto Deratti dovrà imparare in fretta i nomi dei compagni perché domenica potrebbe già toccare a lui.

IL TABELLINO
GHIVIBORGO: 1 Nucci, 2 Mosti, 3 Baggiani, 4 Lauria, 5 Sorbo, 6 Grea, 7 Fazzi, 8 Belluomini (31′ st 13 Bachini), 9 Isufaj, 10 Monacizzo, 11 Bongiorni (46′ st 14 Sadek). A disp.: 12 Calu, 15 Cicali, 16 Molinaro, 17 Campani, 18 Tragni, 19 Giulianelli, 20 Velani. All. Pisciotta.

RIMINI: 1 Marietta, 5 Carboni, 7 Tonelli, 8 Pari (14′ st 31 Pietrangeli), 10 Gabbianelli (25′ st 17 Ferrara), 11 Piscitella, 15 Contessa, 18 Lo Duca, 26 Greselin, 28 Cuccato (14′ st 14′ st 21 Tomassini), 32 Germinale (25′ st 9 Mencagli). A disp.: 22 Piretro, 2 Deratti, 4 Tanasa, 14 Kamara, 30 Andreis. All. Gaburro.

ARBITRO: Jules Roland Andeng Tona Mbei di Cuneo.
ASSISTENTI: Simone Piomboni di Città di Castello e Leonardo Rossini di Genova.

RETI: 45′ pt Bongiorni, 45′ st Pietrangeli, 48′ st Bachini.

AMMONITI: Gabbianelli, Greselin, Cuccato, Tonelli, Bachini.

ESPULSI: 21′ st Lo Duca per doppia ammonizione, 39′ st Isufaj per doppia ammonizione.

NOTE. Corner: 4-10.

LA NUOVA CLASSIFICA

CRONACA E COMMENTO
Per rispondere al 3-0 di domenica del Lentigione sull’Aglianese e presentarsi domenica allo scontro al vertice in casa degli emiliani con sei punti di vantaggio in classifica. Il Rimini va a caccia dei tre punti nel recupero della 15a giornata nella tana del Ghiviborgo, gara rinviata l’8 dicembre scorso per impraticabilità del campo. È un testacoda con i romagnoli in vetta a quota 42 ed i toscani ultimi (insieme al Borgo San Donnino) con 14 punti, ma in serie positiva da quattro turni.

Gaburro ha fatto salire 20 giocatori sul pullman, lasciando a casa Panelli, l’acciaccato Haveri, Isaia e Pecci. Al centro della difesa torna Carboni, in coppia con Cuccato. Tanasa, diffidato, parte dalla panchina. Gioca invece dal primo minuto Germinale, anche lui in diffida.

La partita. Si gioca su un campo pesantissimo, nonostante il sole.
Al 2′ Greselin può andare alla battuta, Nucci si rifugia in angolo. Niente di fatto sugli sviluppi del primo corner della gara.
Al 7′ assist di Pari per Germinale, che dal limite spedisce la sfera non distante dall’incrocio.
Al 10′ Rimini ad un passo dal vantaggio: scambio delle tre G, Germinale-Greselin-Gabbianelli, sul tiro del numero 10 biancorosso Nucci si supera.
Al 14′ il tiro di Tonelli è deviato in corner da un difensore di casa.
Al 17′ l’incursione di Piscitella è chiusa in angolo.
Un minuto dopo il tiro-cross di Piscitella è deviato in corner da Nucci.
Al 23′ Tonelli imbecca Gabbianelli, che si gira e calcia, pallone a fil di palo.
Al 26′ girata di Germinale dal limite dell’area, sfera a fondo campo.
Si gioca solo nella metà campo del Ghiviborgo.
Al 32′ scatta il contropiede dei toscani, concluso dal tiro a lato di Isufaj.
Al 39′ Gabbianelli, su punizione dalla trequarti, trova la testa di Cuccato, nessun problema per l’estremo di casa, che para.
Al 42′ azione insistita del Rimini, il terzo tentativo è di Germinale, che calcia a botta sicura, ma Nucci devia ancora oltre la traversa.
Al 45′ contropiede del Ghiviborgo, pallone che attraversa tutta l’area e viene messo in fondo al sacco da Bongiorni per l’incredibile, per quanto visto finora in campo, vantaggio dei padroni di casa. 1-0.
Dopo due minuti di recupero si va all’intervallo con i toscani avanti di un gol.

Si gioca la ripresa. Al quarto d’ora il tecnico del Rimini si gioca la carta Tomassini.
Al 19′ Gabbianelli in verticale per Piscitella, anticipato da Nucci in uscita.
Nello stesso minuto, dall’altra parte del campo, la battuta di Belluomini è deviata in angolo.
Al 21′ il Rimini rimane in dieci per l’espulsione, per doppia ammonizione, di Lo Duca (che salterà la trasferta di domenica sul campo del Lentigione).
Al 25′ scocca anche l’ora di Mencagli e Ferrara, che prendono il posto di Germinale e Gabbianelli.
Biancorossi in campo con il 3-4-2.
Alle mezzora cross di Tonelli per la girata di Mencagli, che alza la mira.
Al 38′ traversone di Tonelli per il colpo di testa di Tomassini, la sfera va vicina all’incrocio. La porta del Ghiviborgo rimane stregata.
Al 39′ ristabilita la parità numerica: Isufaj viene ammonito dopo un fallo, protesta e viene allontanato dal campo.
Al 43′ Pietrangeli da calcio da fermo mette in area, Tomassini di sponda per Ferrara, che spedisce oltre la traversa.
Al 45′ il Rimini trova il pareggio con il difensore Pietrangeli, che controlla di petto e di sinistro supera l’estremo locale.
Sette i minuti di recupero.
Al 48′ il Ghiviborgo torna in vantaggio: incertezza difensiva dei romagnoli, Bachini può così superare Marietta con un tiro angolato. 2-1.
Finisce così, con la vittoria dei toscani, che allungano a cinque la loro striscia positiva. Il Rimini si presenterà al big match di domenica con soli tre punti di vantaggio sul Lentigione.

IL DOPOGARA

VOTA IL MIGLIOR BIANCOROSSO IN CAMPO