Indietro
menu
Stretta sui visitatori

Strutture sanitarie Ausl, ecco le nuove limitazioni per l'accesso

In foto: repertorio
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 28 dic 2021 13:48 ~ ultimo agg. 18:58
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Col dilagare dei contagi, l’Azienda Sanitaria della Romagna cerca di correre ai ripari per mantenere in sicurezza le proprie strutture sanitarie. Ecco le nuove regole e limitazioni per l’accesso.

L’Ausl ha stabilito di limitare al massimo gli accessi alle aree di degenza da parte di accompagnatori/visitatori/caregiver, anche se provvisti di Certificazione Verde. Le uniche eccezioni riguardano:

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge n. 104/1992)

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di minori di 18 anni

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di persone con disabilità fisica, psichica o cognitiva non certificata che ne richiedono il supporto con progetto assistenziale valutato dal Direttore/Coordinatore

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di donne in stato di gravidanza secondo le modalità previste nelle richiamate determinazione n. 11590 del 18/06/2021 e nota DGCPSW n. 732851 del 13/08/2021

Gli accompagnatori dovranno comunque avere green pass base, e le visite sono ammesse per una durata di norma non superiore a 30 minuti consecutivi al massimo due volte al giorno, prevedendo la presenza di un solo familiare alla volta all’interno delle stanze di degenza. Inoltre, salvo casi particolari, occorre indicare al massimo 1-2 familiari, preferibilmente muniti di green pass rafforzato per le visite al degente. Qualora sussistano condizioni di particolare rischio di contagio quali, ad esempio, necessità di visite prolungate oltre i 30 minuti o difficoltà del paziente a mantenere i dispositivi di protezione, al visitatore, seppur in possesso di green pass rafforzato, sarà effettuato un tampone da parte del personale di reparto con validità di 48 ore.

Analogamente, per l‘accesso alle aree ambulatoriali\servizi, è prevista la presenza di accompagnatori solo se provvisti di Certificazione Verde base. L’accesso è previsto solo per:

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge n. 104/1992)

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di minori di 18 anni

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di persone con disabilità fisica, psichica o cognitiva non certificata che ne richiedono il supporto con progetto assistenziale valutato dal  Direttore/Coordinatore

• gli accompagnatori/visitatori/caregiver di donne in stato di gravidanza secondo le modalità previste nelle richiamate determinazione n. 11590 del 18/06/2021 e nota DGCPSW n. 732851 del 13/08/2021

Per evitare assembramenti nelle sale di attesa, l’Ausl raccomanda infine che l’accesso avvenga non prima di 15 minuti dall’orario dell’appuntamento.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
FOTO