Indietro
menu
interventi e proposte

Mercato coperto di Cattolica. Amministrazione e operatori a confronto

In foto: l'incontro
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 15 dic 2021 11:54
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono stati gli esercenti a chiedere un incontro con la nuova amministrazione per parlare del futuro del mercato coperto di Cattolica. Al centro del confronto le manutenzioni dell’edificio, la riqualificazione energetica, la gestione dei costi, la diversificazione dell’offerta commerciale, ma anche, in prospettiva la valorizzazione dell’area.

L’Amministrazione conferma il proprio impegno – ha spiegato il vicesindaco Alessandro Belluzziad investire sul Mercato Coperto, mettendo in atto tutti quegli interventi possibili di riqualificazione strutturale ed energetica. Lavori di ammodernamento che porteranno, indirettamente, ad un contenimento dei costi andando ad abbattere, ad esempio, le spese per le bollette”.

La prossima settimana sarà firmato il contratto per la sostituzione della vecchia illuminazione ed il passaggio alla tecnologia a Led che verrà attuato entro il prossimo gennaio. Un intervento da 43mila euro che si stima porterà ad un risparmio di circa il 70% sulle utenze elettriche. Si pensa anche ad un impianto fotovoltaico e sono in corso confronti con la Soprintendenza per tutelare la storicità dell’edificio e valutare l’installazione di pannelli nelle sole parti non visibili esternamente evitando di impattare esteticamente. Già installate le fotocellule alle scale mobili e a breve sono previsti interventi per la manutenzione dell’ascensore e della stessa scala mobile.

Quello del Mercato Coperto – ha spiegato la Sindaca Franca Foronchiè un bel edificio storico ma bisogna fare i conti con la realtà ed è innegabile che necessiti di una riqualificazione globale. Il nostro impegno è massimo e vogliamo capire che direzione intraprendere per il futuro commerciale. Immaginiamo anche un collegamento all’insegna della cultura con le vie Cattaneo e Pascoli, e quindi verso il Museo della Regina e la Galleria Santa Croce”.

Tra le proposte avanzate durante l’incontro vi è stata quella di provare a diversificare l’offerta anche attraverso il ricorso ad agevolazioni per l’apertura di “temporary store”, attività temporanee dedicate all’enogastonomia o ad iniziative culturali, che andrebbero ad occupare gli spazi attualmente sfitti. “Far divenire – conclude la Sindaca – il Mercato Coperto luogo di incontro e di socialità, anche attraverso la promozione di prodotti enogastronomici del territorio, andando a beneficio di tutte le attività economiche che vi operano al suo interno ma anche nell’area circostante”.

Confermato anche l’impegno dell’Amministrazione a mantenere a disposizione degli avventori 14 parcheggi auto rimasti liberi (di cui due riservati a persone con disabilità) al di sotto del Mercato stesso.