Indietro
menu
con greenpass e mascherina

Domenica assemblea sinodale alla parrocchia San Giuseppe al Porto

In foto: Monsignor Francesco Lambiasi vescovo di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 3 dic 2021 16:05 ~ ultimo agg. 4 dic 10:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Domenica 5 dicembre al Centro Tarkowskij di Rimini (parrocchia San Giuseppe al Porto di Rimini) dalle 15 alle 18 la Chiesa riminese si ritrova in Assemblea per dare avvio al “percorso sinodale” a cui è stata invitata da Papa Francesco e dai vescovi italiani. Il tema sarà: “per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione. È il primo passo di un processo di ascolto, confronto e discernimento” spiega il Vicario generale della Diocesi di Rimini, don Maurizio Fabbri.

Questa sera, alle 20:40, su Icaro tv (canale 91) andrà in onda una puntata de “i giorni della chiesa” dedicata all’assemblea sinodale. 

Scopo dell’Assemblea è “aiutarci a comprendere il significato, l’importanza del cammino sinodale per le nostre parrocchie, aggregazioni laicali, comunità religiose e chiarire cosa viene richiesto ad ogni realtà ecclesiale in questa prima fase” spiega il Vicario don Maurizio Fabbri.

L’Assemblea è un ulteriore momento del cammino del sinodo della chiesa universale che si svolgerà da ora fino a ottobre 2023 sul tema: “per una chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”. Il primo passo è stato compiuto il 14 ottobre scorso, con l’apertura del cammino in Basilica Cattedrale, in occasione della solennità di San Gaudenzo.
Ogni parrocchia ha poi sottolineato il senso di questo cammino nelle liturgie di domenica 17 ottobre, anche con segni concreti come la “processione di ingresso”, l’intenzione specifica nella preghiera dei fedeli e la recita comunitaria della preghiera “Adsumus sancte spiritus”. Nelle stesse parrocchie, ma anche in associazioni laicali, movimenti e congregazioni religiose, si è già attivato un “percorso sinodale”.

All’Assemblea sono invitati i rappresentanti di ogni realtà della Chiesa diocesana, persone che possano accompagnare il percorso di “ascolto” dentro la propria comunità. In concreto:

a) ogni parrocchia sarà rappresentata da 2 a 5 persone a seconda della dimensione numerica della parrocchia stessa

b) ogni Aggregazione laicale, ugualmente, sarà rappresentata da 2 a 5 persone, a seconda della dimensione numerica della Associazione/Movimento

c) le singole comunità religiose saranno rappresentate da 1 a 3 membri

d) ogni Ufficio Pastorale invierà almeno 1 rappresentante

e) tutti i preti e i diaconi sono invitati a partecipare

Dopo l’accoglienza ai partecipanti, provvisti di greenpass e mascherina, sarà letto un brano della Sacra Scrittura, dopo canti e sottofondo musicale, prenderà il via la seconda parte dell’Assemblea: “Perché un percorso sinodale” prevede un video e tre brevi interventi.

“Come si svolge il cammino” è il titolo della terza parte dell’Assemblea, con slides, indicazioni e spiegazioni. Un’ultima, fondamentale parte è riservata agli interventi di chiarificazione, con domande da parte dei presenti attraverso bigliettini e risposte dell’équipe che da alcuni mesi lavora in preparazione all’Assemblea e al percorso sinodale. Le conclusioni del Vescovo chiuderanno la giornata.

Il percorso sinodale della Diocesi di Rimini non è e non sarà un “bla bla bla” accademico o di elaborare un ulteriore documento, ma “un processo di ascolto, confronto, discernimento e deliberazione che attivi la vita delle Comunità parrocchiali, degli Istituti religiosi, delle aggregazioni laicali, uffici pastorali, per scoprire ciò che lo Spirito dice alla Chiesa al fine di essere in grado di annunciare il Vangelo in questo tempo” spiega il Vicario generale, don Maurizio Fabbri.

“Occorre credere, e credere insieme. – è l’auspicio del Vescovo Francesco in occasione dell’Assemblea di domenica – Credere in Cristo, non un personaggio mummificato e fossilizzato, ma persona vivente e operante.
Occorre cooperare: tutti insieme per dar vita a un vero ed efficace ‘gioco di squadra’.
La sinodalità significa letteralmente camminare insieme sulla via di Cristo, sul passo degli ultimi, nella e con la sua Chiesa.
Occorre tacere e adorare, per vivere bene la fase dell’ascolto”.

Il primo tratto del percorso sinodale è, infatti, quello dell’ascolto.
L’Assemblea di domenica 5 dicembre dà forma a questo primo tratto, proprio a partire dall’ascolto che sarà la caratteristica del primo intero anno del percorso sinodale.