Indietro
menu
Terze dosi, un milione in E/R

Contagi in calo nel riminese ma crescono le intensive. Due vittime

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 18 dic 2021 15:17 ~ ultimo agg. 19 dic 12:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dai 302 di ieri, scendono a 217 i nuovi contagi in provincia di Rimini con 162 sintomatici. Le nuove diagnosi sono arrivate 116 per sintomi, 97 per contact tracing e quattro da test per categoria. Continua però ad aumentare il numero di ricoveri in terapia intensiva che, con i due in più comunicati oggi, salgono a 16. Sono 36 in tutta la Romagna. Due le vittime in provincia: un uomo di 75 e una donna di 80 anni, entrambi di Rimini. 81 le guarigioni.

Numeri in lieve calo anche in Emilia-Romagna si sono registrati 2.451 nuovi casi (ieri erano 2.507) su un totale di 39.218 tamponi (15.367 test antigenici rapidi). La percentuale dei nuovi positivi resta al 6,2%. Dei nuovi contagiati, 1.087 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 633 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 700 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 39,1 anni. Sui 1.087 asintomatici, 481 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 20 con lo screening sierologico, 136 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 438 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 531 nuovi casi; seguono Reggio Emilia (388), Modena (305) e Rimini (217). Quindi Ravenna (213), Parma (200), Ferrara (150), Cesena (144) e Forlì (126). Poi Piacenza (101) e infine, il Circondario Imolese (76).

Le nuove guarigioni sono 651 mentre i casi attivi arrivano 39.967 (+1.785). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 38.874 (+1.783), il 97,2% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 15 decessi: due a Modena (due uomini di 74 e 75 anni), quattro a Bologna (un uomo di 74 anni e tre donne di 72, 85 e 87 anni), quattro a Ferrara (due donne di 82 e 87 anni e due uomini di 75 e 85 anni), due in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 70 anni residente nel cesenate e un uomo di 87 anni residente nel forlivese) e due in provincia di Rimini (un uomo di 75 e una donna di 80 anni); infine un decesso, registrato dall’Ausl di Bologna, riguarda un uomo di 79 anni residente fuori regione. Nessun decesso nelle provincie di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Ravenna. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.991.

Più o meno stabile la situazione negli ospedali. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 107 (+5), 986 (-3) quelli negli altri reparti Covid. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 1 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 5 a Parma (invariato); 12 a Reggio Emilia (+1); 10 a Modena (+1); 26 a Bologna (+1); 6 a Imola (+1); 11 a Ferrara (+1); 17 a Ravenna (invariato); 1 a Forlì (-2); 2 a Cesena (invariato); 16 a Rimini (+2).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 28.752 a Piacenza (+101 rispetto a ieri, di cui 52 sintomatici), 35.780 a Parma (+200, di cui 75 sintomatici), 56.888 a Reggio Emilia (+388, di cui 249 sintomatici), 79.797 a Modena (+305, di cui 122 sintomatici), 101.801 a Bologna (+531, di cui 296 sintomatici), 16.008 casi a Imola (+76, di cui 49 sintomatici), 29.998 a Ferrara (+150, di cui 41 sintomatici), 40.924 a Ravenna (+213, di cui 148 sintomatici), 22.965 a Forlì (+126, di cui 103 sintomatici), 25.766 a Cesena (+144, di cui 67 sintomatici) e 48.489 a Rimini (+217, di cui 162 sintomatici). Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 2 casi: 1 in quanto positivo al test antigenico ma non confermato dal tampone molecolare, 1 in quanto giudicato un caso non Covid-19.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, le terze dosi si avvicinano al milione (999.388) mentre sono 3.586.398 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale (doppia dose).