Indietro
menu
il saluto dell'alto ufficiale

Carabinieri, consegna encomi e scambio auguri. A Rimini visita del generale Angrisani

In foto: la consegna degli encomi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 9 dic 2021 14:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina (giovedì), il generale di Brigata Davide Angrisani, comandante della Legione carabinieri Emilia Romagna, si è recato in visita presso il Comando provinciale carabinieri di Rimini per il tradizionale scambio di auguri per le festività natalizie e di fine anno. L’Alto ufficiale è stato ricevuto dal comandante provinciale, il colonnello Mario La Mura, dopodiché ha incontrato tutti gli ufficiali, una rappresentanza di marescialli, brigadieri, appuntati e carabinieri in servizio nella provincia, compresi quelli delle articolazioni Forestali, nonché delegati della rappresentanza militare e dell’Associazione nazionale carabinieri di Rimini.

Nell’occasione il generale, dopo aver rivolto un sincero augurio a tutti i militari in servizio e in congedo ed ai loro familiari, ha consegnato alcuni riconoscimenti ai militari che si sono distinti in un’operazione di servizio del mese di gennaio, a cui ha rivolto il suo personale plauso per l’impegno e la professionalità dimostrata. Il comandante di Legione, nel richiamare i valori etici che hanno reso l’Arma l’indiscusso punto di riferimento per le comunità, anche le più piccole presenti sul territorio, ha sottolineato l’importanza del servizio quotidiano, da svolgere con la massima dedizione, responsabilità e serietà, non disgiunto da quell’irrinunciabile serenità d’animo e tratto di umanità verso la popolazione che da sempre caratterizza l’Arma, così da essere quanto più aderenti alle aspettative dei cittadini.

Infine, il generale Angrisani ha concluso esprimendo il suo personale apprezzamento per il lavoro svolto, i risultati conseguiti e l’impegno profuso durante l’anno in corso, essenzialmente fondato sull’intensificazione del contatto di prossimità tra la popolazione ed i carabinieri, nonché sulla massima proiezione del personale nei servizi esterni, soprattutto in relazione alla perdurante emergenza sanitaria e al controllo del rispetto delle nuove norme sul green pass da poco entrate in vigore. A tal proposito, ieri in tutta la provincia sono state impiegate oltre 25 pattuglie che hanno controllato 348 persone, senza contestare alcuna sanzione, oltre a 70 tra esercizi e attività commerciali.