Indietro
menu
già una decina i colpi

Banda di ladri in azione a Rimini, nel mirino le marmitte delle auto

In foto: la marmitta di un'auto
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 9 dic 2021 19:50 ~ ultimo agg. 10 dic 15:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una banda di ladri negli ultimi giorni si aggira per Rimini e colpisce le auto in strada. Il loro obiettivo è la marmitta catalitica: sono giù una decina quelle rubate. Un furto insolito che però si spiega con la presenza nei catalizzatori di metalli preziosi, primo tra tutti il palladio, un sottoprodotto di nichel e platino, che ha un valore al grammo superiore ai 65 euro, ma anche di rodio e platino, metalli ancora più preziosi.

Furti sono stati messi a segno a San Giuliano, in via Vega e in zona Covignano. Le vetture colpite sono state per lo più Citroen. Non tutti i proprietari della auto depredate hanno sporto denuncia alle forze dell’ordine. Il furto della marmitta, rivenduta poi al mercato nero, può fruttare ai ladri un centinaio di euro. E a rendere ancor più appetibile questa parte della vettura è il poco tempo che i ladri impiegano per rubarla. La marmitta, infatti, il più delle volte non viene smontata, ma “strappata” con forza causando così altri danni al veicolo oggetto del furto.