Indietro
martedì 9 agosto 2022
menu
Futsal

Under 19 di San Marino vincente al debutto nelle qualificazioni agli Europei

In foto: ©FSGC/Pruccoli
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
gio 4 nov 2021 00:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Poco meno di un anno dopo lo storico Play-off giocato dalla Nazionale di futsal, ottenuto con uno strabiliante passaggio del turno nelle qualificazioni all’Europeo che si disputerà l’anno prossimo in Olanda, è ancora il calcio a cinque sammarinese a griffare una pagina di storia, nel 90° anniversario della Federcalcio di San Marino.

I ragazzi di Matteo Selva debuttano contro l’Estonia nelle qualificazioni all’Europeo di categoria e l’avvio è tutto brividi ed emozione. Glaciali, quasi a confermare lo stereotipo dei popoli scandinavi, i giovani estoni che si dopo un tentativo neutralizzato di Cavalli mettono in seria difficoltà Pazzini con l’iniziativa di Vain. Lo stesso pivot è l’autore della rete dell’immediato vantaggio ospite, arrivato al termine di una mischia furibonda in area sammarinese dopo una serie di contrasti al limite del regolamento. L’Estonia prova a capitalizzare l’inerzia favorevole, ma Vdovin non trova la porta in inserimento sul primo palo. Vinta l’emozione del debutto, i Titani iniziano a macinare gioco e si fanno vedere con i tentativi di Tonini e Cecchini da palla inattiva. Poco più tardi ci prova anche Menghini, che si vede murato da Gabenko, prima di una conclusione imprecisa di Zanotti.
Gli avversari non stanno a guardare e si fanno pericolosi in contropiede con il destro di Reinsaar, allungato in corner da Pazzini. Il portiere biancazzurro sarà uno dei grandi protagonisti della sfida. Intanto San Marino cresce minuto dopo minuto, provandoci anche dalla distanza come con Rossi a metà frazione. Il pivot della Folgore si inventa poi un dribbling secco in corsia ed impegna Gabenko. È un momento di grande pressione sammarinese, che non riesce a sfociare nel meritato pareggio – nemmeno su un interessante schema da laterale che porta al tacco sottomisura di Rossi, fuori di un soffio. Poco prima, una ripartenza guidata dallo stesso portiere estone, dopo aver neutralizzato un tentativo di Zanotti, genera una bella conclusione di Reinsaar parata da Pazzini. I Titani danno l’impressione di poter segnare da un momento all’altro, ma in chiusura di primo tempo manca il finalizzatore sulla bella combinazione tra Rossi e Cavalli, con cross di quest’ultimo a centro area dopo aver eluso anche il possibile intervento di Gabenko. Si va all’intervallo sull’1-0 in favore dell’Estonia, anche grazie a due grandi parate di Pazzini in seguito ad altrettanti palloni persi banalmente da Menghini e Cavalli.

La ripresa si apre con una doppia occasione di Menghini, che viene murato da Gabenko – determinante nell’uno contro uno. Fronte baltico, sale in cattedra Filin che saggia i riflessi di Pazzini, strepitoso nel corso del secondo tempo. L’incontro si alza vertiginosamente di ritmo e Pazzini tiene in scia i suoi con due bei salvataggi sulle conclusioni di Vdovin e Timoska. Dodici secondi di gioco effettivo dopo il secondo intervento dell’estremo sammarinese, il pareggio di Tonini: il centrale si fa trovare ben appostato sul palo più lontano, per correggere in rete il tiro-cross di Sensoli. Corre il 26’ ed è tutto da rifare, ma l’inerzia ora è decisamente sammarinese. Tanto che Menghini ha subito la palla del sorpasso, ma il suo destro è deviato a due passi dalla porta. Poco dopo Tassitano sbuca alle spalle del marcatore su un lancio lungo, ma non riesce a trovare la sfera davanti a Gabenko.
L’Estonia non sta a guardare e sfiora il 2-1 con Vendelin: prima sugli sviluppi di uno schema da palla inattiva, poi sulla palla sanguinosa persa da Tassitano. Monumentale nell’occasione capitan Zanotti, che salva un gol fatto. Dopo un nuovo tentativo di Vain, è San Marino a costruirsi una grande occasione con Menghini che – tutto solo davanti al portiere – si fa ipnotizzare da Gabenko. Amarezza dissipata una manciata di secondi dopo, il tempo necessario a Cecchini per guadagnarsi una punizione a ridosso dell’area dopo un grande aggancio e successivo tunnel. Incombenza della battuta affidata proprio al pivot del Domagnano che, dopo un primo tentativo ribattuto, trova il mancino risolutivo che fa esplodere di gioia il Multieventi. Da qui, si accende tutta un’altra partita fatta di occasioni in rapida successione su ambo i fronti. Ed è qui che a far la differenza è Pazzini: il più giovane della selezione è un vero gigante tra i pali sammarinesi. Lo show inizia con uno spettacolare intervento su Filin, in un duello rusticano che si risolverà sempre a favore del portiere. Il numero dieci avversario ci prova anche dalla distanza in due occasioni consecutive, ma Pazzini non si fa sorprendere. Nella metà campo opposta Cavalli salta un uomo con tanto di sombrero, ma non trova il pallone per un destro al volo che avrebbe fatto levare in piedi il pubblico. San Marino è anche più forte dei propri errori, come sulla palla persa da Quaranta a cinque dalla fine: monumentale Pazzini e grandi pacche sulla schiena per il laterale, fattore nel finale di passione. Pazzini disinnesca coi piedi l’ennesimo tentativo estone con Karu, prima che Skipersky vari il portiere di movimento. Selva dimostra di aver lavorato anche sulla difesa in inferiorità numerica, col rombo sammarinese a muoversi in maniera ordinata e perfetta sul giro palla avversario, quasi fosse un metronomo. Di fatto, c’è solo un tentativo impreciso di Filin e – soprattutto – una gran parata di Pazzini su Timoska, prima del triplice fischio liberatorio di Matula che stappa la festa sammarinese. Il futsal mette un’altra pietra miliare nella storia della FSGC, vincendo al debutto nelle qualificazioni agli Europei U-19 sull’Estonia, col punteggio finale di 2-1 – ottenuto in rimonta.

Giovedì il secondo impegno contro il Galles, battuto a tre secondi dalla sirena da Andorra. Il torneo del Multieventi si è infatti aperto con una partita intensa e decisa in dirittura d’arrivo. Il primo vantaggio di Andorra arriva dopo meno di due minuti: Blat recupera palla in banda e con una ‘puntata’ improvvisa ruba il tempo ad Allen. Andorra è ispirata e pressa alto il Galles, sbattendo due volte contro i legni britannici: al 4’ palo di Villalta Perez propiziato dalla ‘rabona’ di Albino, dopo la traversa colpita da Guirao. Ma i britannici non escono dalla partita, anzi, al 5’ approfittano dell’eccessiva sicurezza avversaria: Villalta Perez buca l’intervento su Lyon, che davanti a Pons è freddo quanto basta. Andorra torna a farsi pressante e al 13’ ritrova il vantaggio con Guirao, che sorprende Allen con un destro dalla distanza. In avvio di ripresa Villalta Perez si divora il 3-1 a porta vuota. Nel frattempo, il Galles cresce e al 32’ la riprende con Perkins, lucido a battere a rete al termine di una rapida ripartenza. Nel finale si alza la garra in campo. Entrambe la vogliono vincere, ma è Andorra ad avere l’ultima parola quando mancano tre secondi alla sirena: sull’ultimo angolo, la squadra di Garcia Cervos fa girare palla fin sul secondo palo, dove sbuca il piede di Albino che regala ad Andorra vittoria e primato provvisorio nel girone, prima di essere agganciata in serata dai Titani.

UEFA Futsal EURO U-19, Preliminary Round | San Marino-Estonia 2-1
SAN MARINO
Pazzini; Zanotti, Cecchini, Cavalli, Menghini
A disposizione: Cecchetti, Tonini, Tassitano, Sensoli, Pascucci, Rossi, Quaranta
Allenatore: Matteo Selva
ESTONIA
Gabenko; Väin, Karu, Vendelin, Reinsaar
A disposizione: Ladoškin, Sorokin, Timoska, Filin, Raužin, Vdovin, Bayteryakov
Allenatore: Dmitry Skiperskiy
Arbitro 1: Martin Matula (SVK)
Arbitro 2: Turekhan Tursumbayev (KAZ)
Terzo Ufficiale: Igor Puzovic (BIH)
Timekeeper: Luca Tura (ITA)
Marcatori: 3’ Väin, 26’ Tonini, 33’ Cecchini

UEFA Futsal EURO U-19, Preliminary Round | Andorra-Galles 3-2
ANDORRA
Pons; Albino, Perez, Guirao, Blat
A disposizione: Gutierrez, Novis, Estany, Domenjo, Ache, Iglesias, Rechi
Allenatore: Isidre Aitor Garcia Cervos
GALLES
Allen; Joe Thomas, Eswaeds, Morris, Perkins
A disposizione: Joseph Thomas, Hibbert, Owen, Ashoworth, Banks, Lyon, Rollason
Allenatore: Gareth Walwork
Primo arbitro: Ademir Avdic (SWE)
Secondo arbitro: Igor Puzović (BIH)
Terzo arbitro: Turekhan Tursumbayev (KAZ)
Timekeeper: Luca Tura (ITA)
Marcatori: 1’40” Blat, 4’47” Lyon, 12’31” Guirao, 31’12” Perkins, 39’57” Hugo Albino
Ammoniti: Novis, Morris

FSGC | Ufficio Stampa

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
di Roberto Bonfantini
di Roberto Bonfantini
FOTO