Indietro
menu
rapina impropria e resistenza

Tra le corsie del Conad spunta un poliziotto fuori servizio e il ladro finisce in manette

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 16 nov 2021 14:23 ~ ultimo agg. 17 nov 09:41
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il furto sbagliato, al momento sbagliato, nel posto sbagliato. Già perché un 21enne albanese, con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, quando ieri si è infilato sotto al giubbotto tre confezioni di formaggio da 120 euro complessivi non poteva immaginare di essere osservato da un poliziotto della questura di Rimini in quel momento libero servizio.

L’agente, infatti, aveva subito notato quel giovane che si aggirava tra gli scaffali guardandosi continuamente intorno. Un atteggiamento al quale un normale cittadino non avrebbe fatto caso, ma che all’agente non è sfuggito. Così, dopo averlo seguito a debita distanza fino alle casse del Conad delle Befane, il poliziotto prima di qualificarsi ed entrare in azione ha aspettato di vedere le mosse del 21enne, che alla cassiera ha consegnato solo una bottiglia di birra.

E’ a quel punto che l’agente lo ha smascherato. Il ladro allora ha reagito, cercando di oltrepassare comunque le casse con la refurtiva, ma è stato bloccato. Tra i due è nata una colluttazione energica, con il poliziotto che cercava di immobilizzarlo e l’albanese che si dimenava e provava a colpirlo con manate e pugni, sotto gli occhi spaventati di clienti e cassiere. Alla fine, con l’aiuto del personale di vigilanza del supermercato, il 21enne è stato arrestato con le accuse di rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale. Recuperata e restituita la merce rubata.