Indietro
menu
Cattolica, niente trasloco

Scuola Repubblica. Foronchi: ricostruzione in loco, progetto a inizio 2022

In foto: scuola Repubblica a Cattolica
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 11 nov 2021 17:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’Amministrazione Comunale di Cattolica ha incontrato i rappresentanti dell’Istituto Comprensivo. Un occasione per un primo confronto sui temi della scuola e del rapporto col territorio.

Da parte nostra – ha detto la Dirigente scolastica Anna Rosa Vagnoniconfermiamo la massima collaborazione con l’Amministrazione e siamo sicuri vi sarà quello scambio necessario di informazioni che docenti e famiglie ci richiedono. Inoltre, siamo certi non mancherà il necessario supporto del Comune per le attività progettuali programmate dall’Istituto Comprensivo”.

“La collaborazione è sempre il primo punto da cui partire – ha aggiunto la Sindaca Franca Foronchie l’istruzione è fondamentale per una comunità, tutto passa dalla scuola, entra nelle case attraverso i bambini e diventa il futuro della società”.

Per quanto riguarda il sostegno alle attività progettuali è arrivata la rassicurazione dell’Assessore Federico Vaccarini. “Ho ricevuto già le schede dei progetti e cercheremo di fare del nostro meglio per accontentare le richieste”.

Passaggio d’obbligo sulla manutenzione dei plessi e sugli interventi già in programma. “Dal MIUR – ha sottolineato la Prima Cittadina – è stato stanziato un milione di euro a fronte delle verifiche su controsoffitti ed infissi, i lavori si svolgeranno durante la pausa estiva ed interesseranno la secondaria Filippini, la primaria Carpignola e la materna Corridoni”.

Infine, un primo accenno al tema della scuola Repubblica. “Stiamo valutando le migliori ipotesi per la ricostruzione in loco del plesso, ed andremo a confrontarci – ha sottolineato la Sindaca – con tutte le componenti interessate dall’intervento, in particolar modo il corpo docente ed il consiglio d’istituto. Tra le varie ipotesi, per consentire gli interventi, vi è quella di inserire nel bando anche la fornitura dei moduli che dovranno ospitare gli alunni”. “Immaginiamo una scuola – ha aggiunto Vaccarini – che sia sostenibile e tecnologica, che ospiti, ovviamente una palestra adeguata ed il mantenimento della mensa”. Nelle intenzioni dell’Amministrazione, vi è quello di far redigere un progetto preliminare entro i primi mesi del 2022 in grado di poter intercettare eventuali fondi del PNRR. Nel frattempo, l’Amministrazione ha confermato che, in attesa dell’avvio dei lavori, i tecnici effettueranno un monitoraggio trimestrale sulla struttura esistente della Repubblica per avere sempre una chiara indicazione sulla sicurezza del plesso.

]