Indietro
menu
"Strada giusta"

Indino (Confcomm.) sul weekend: un altro passo verso la normalità

In foto: Gianni Indino
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 2 nov 2021 14:10 ~ ultimo agg. 3 nov 10:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La strada imboccata è quella giusta e non bisogna fare passi indietro su vaccini e green pass per non vanificare i sacrifici fatti. Lo dice il presidente della Confcommercio provinciale Gianni Indino commentando l’ultimo fine settimana. “Le attività commerciali, i ristoranti, i bar, gli alberghi, i parchi divertimenti – scrive – in questi giorni hanno registrato buoni flussi, tante le persone che hanno approfittato di questi tre giorni per vivere le nostre città, non solo residenti ma anche visitatori e turisti, confermando l’appeal della nostra destinazione. E finalmente è stato un ritorno se non alla normalità almeno alla speranza per le discoteche e i locali da ballo del nostro territorio, tornate protagoniste con serate ed eventi organizzati in occasione del weekend lungo. Un ottobre, non dimentichiamolo, che ha visto tra gli altri il ritorno di due importanti fiere in presenza – TTG Travel Experience e Ecomondo – e del secondo appuntamento con la Moto GP a Misano Adriatico“.
Secondo Indino “tutto questo è stato possibile grazie al percorso sin qui compiuto, che ha portato il nostro Paese ad una delle soglie più elevate di persone vaccinate e ad una normativa estesa sull’utilizzo del Green Pass, ma anche per il senso di responsabilità degli operatori, quotidianamente impegnati a svolgere la propria attività nel rispetto delle normative anti Covid“.
La battaglia contro la pandemia che ci vede impegnati da quasi due anni non è purtroppo terminata – prosegue il presidente Confcommercio –, tuttavia i segnali che l’economia ci sta inviando sono robusti e le opportunità e la fiducia nel futuro sono incoraggianti. Dobbiamo continuare su questa strada, anche se i timori sono tanti. Ogni giorno infatti mi confronto con imprenditori preoccupati dalle curve dei contagi che si rialzano, dal forte rallentamento delle vaccinazioni e dalle conseguenti ipotesi di nuove chiusure. Sarebbe inferto un colpo tremendo alla nostra economia e alle nostre imprese, che con grandissima difficoltà stanno riuscendo a risollevare un po’ la testa“.
Non esiste un ‘Piano B’ – conclude Indino –, non dobbiamo vanificare i sacrifici fatti. Avanti quindi, nella consapevolezza che la ripartenza si sorreggerà sui vaccini e sul Green Pass, veri fautori della normalità che stiamo ricominciando ad assaporare, una normalità che non è un dono ma una conquista per la quale dobbiamo ringraziare milioni e milioni di nostri concittadini, donne e uomini che hanno scelto per sé, per gli altri e per la ‘normalità’ cui tutti stiamo ambendo, di vaccinarsi, un piccolo gesto ma di fondamentale importanza“.