Indietro
menu
mercoledì 17 novembre

Il pianeta che speriamo. In sala Manzoni incontro con Luca Fiorani

In foto: Luca Fiorani
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 15 nov 2021 14:10
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Emergenze e sfide ambientali sono al centro dell’agenda politica di tutti i paesi industrializzati e sono stati temi di discussione alla COP26 che si è appena conclusa a Glasgow. Ma, al di là delle doverose scelte – che dovranno essere sempre più “sostenibili” – dei grandi del pianeta, esiste anche una responsabilità individuale. Ogni persona, nel suo piccolo, può e deve rispettare la Terra su cui vive, modificando le proprie abitudini quotidiane per renderle sempre più green.
Di questo tema, che interpella drammaticamente coscienze e comportamenti in questo tempo, si parla mercoledì 17 novembre alle ore 21 nella Sala Manzoni (via IV Novembre, Rimini, a fianco del Tempio Malatestiano) con Luca Fiorani, fisico, climatologo e docente all’Università Lumsa.
“Il pianeta che speriamo, emergenze e sfide ambientali” è il titolo dell’incontro, organizzato dal Progetto Culturale diocesano.
Il tema si collega idealmente anche alla Settimana Sociale dei cattolici di Taranto del mese scorso.

Fiorani, autore di numerosi saggi – l’ultimo dei quali, Happy planet. Guida ai grandi temi dell’ambiente (Città Nuova, 2021) sarà in vendita anche in Sala Manzoni – è stato intervistato da Alessandro Di Bussolo su www.vaticannews.va.

Cliccando qui si può leggere e ascoltare l’intervista al professore.

L’incontro riminese è libero, aperto a tutti, mostrando il green pass, indossando la mascherina e rispettando il distanziamento.