Indietro
menu
fermato dai carabinieri

Dopo l'arresto per furto viene rimesso in libertà, 19enne torna a colpire a Miramare

In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 4 nov 2021 14:49 ~ ultimo agg. 5 nov 12:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Poco più di due settimane fa, insieme a un complice, aveva forzato la porta di ingresso di un ristorante a Miramare ed era fuggito con il fondo cassa e due bottiglie di vino. I carabinieri di Rimini, però, erano riusciti a rintracciarlo nel giro di poco. Fermato con gli attrezzi da scasso, era stato arrestato per furto aggravato.

Un tunisino di 19 anni, processato e poi rimesso in libertà, è stato nuovamente arrestato questa mattina, intorno alle 5, sempre dai carabinieri e sempre a Miramare dopo un altro furto, questa volta ai danni dell’Eurobar in viale Regina Margherita, angolo viale Faenza. Anche in questa occasione, spaccando la vetrata dell’esercizio pubblico, si è introdotto all’interno e ha arraffato dal fondo cassa i contanti presenti, poco più di 50 euro. Proprio in quel momento, però, una pattuglia di militari in perlustrazione in zona ha notato il nordafricano fuggire a gambe levate dal bar. Ne è nato un brevissimo inseguimento conclusosi con l’arresto del 19enne, che domani comparirà nuovamente in tribunale per la direttissima. Due furti in poco più di 15 giorni potrebbero costargli una pena più severa.