Indietro
menu
Incontro con Sadegholvaad e Mammi

Variante SS16. Gli agricoltori ottengono un impegno per percorso alternativo

In foto: campi a Rimini nord
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 1 ott 2021 20:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì c’è stato un incontro fra il gruppo di agricoltori dell’ area Rimini Nord interessati dal progetto della Variante SS16 e il candidato sindaco al comune di Rimini Jamil Sadegholvaad, accompagnato dall’assessore regionale all’agricoltura Alessio Mammi.

Il candidato sindaco e l’assessore regionale Mammì, riferisce il gruppo di agricoltori, hanno preso nettamente le distanze rinnegando le scelte fatte fino ad ora sulla “Variante alla statale 16”. Si sono impegnati pubblicamente davanti ai cittadini presenti all’AgricolTour “a tracciare una nuova rotta per la variante (peraltro già esistente e caldeggiata dai coltivatori) nel segno di “una svolta ambientale da proseguire, una rivoluzione verde” come recita il secondo punto del percorso programmatico del PD. Una nuova direzione in contrasto con le scelte folli che hanno portato l’attuale progetto in provincia e regione”.

Nella Conferenza dei Servizi composta da enti locali Anas e associazioni di categoria prevista per la fine dell’anno “l’amministrazione in carica potrà segnare concretamente un cambio di passo, in coerenza con i connotati ecologici del suo programma armonizzando l’esigenza della mobilità con la tutela del nostro patrimonio agricolo. Si tratterebbe di rivedere il primo lotto del progetto che prevede il taglio in diagonale di campi agricoli vergini e di sostenere con forza l’alternativa che prevede il potenziamento della viabilità esistente”.

Sadegholvaad, riferiscono gli agricoltori, “riconosce il valore di questa zona ad alta produttività agricola di pregio e definisce inaccettabile la scelta del tracciato approdato in consiglio regionale, soprattutto perché conferma che l’alternativa di minor impatto ambientale c’è ed quella che prevede l’ampliamento della via Tolemaide, già a 4 corsie nella parte a mare dell’attuale statale 16. Anche l’assessore regionale all’agricoltura Mammi sostiene che “la prima cosa da fare è salvaguardare i terreni fertili del territorio” e afferma che si schiererà pubblicamente contro questo progetto vergogna”. “L’intenzione dichiarata è dunque quella di bloccare tale situazione e portare Anas ad adottare il tracciato alternativo proposto dai coltivatori”. “I coltivatori continueranno nell’opera di vigile sorveglianza civile sulle prossime scelte politiche affinchè queste siano davvero nel segno del verde e della tutela ambientale”.

Notizie correlate