Indietro
menu
Una lunga carriera

Sequestro da 250.000 euro per la specialista dei furti. Dichiarava redditi minimi

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 21 ott 2021 14:27 ~ ultimo agg. 22 ott 13:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il 27 settembre scorso il Tribunale di Bologna, sezione misure di prevenzione, ha confermato il lavoro investigativo svolto dalla Polizia di Stato, disponendo il sequestro cautelare finalizzato alla confisca dei beni di una 64enne residente a Rimini, accogliendo interamente le richieste avanzate dal Questore di Rimini, Francesco De Cicco.

La Sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali della Divisione Anticrimine della Questura di Rimini, nei giorni scorsi ha quindi dato esecuzione al decreto di sequestro finalizzato alla confisca dei beni emesso dal Tribunale di Bologna— Sezione Misure di Prevenzione.

Il sequestro ha colpito il patrimonio illecitamente accumulato dalla donna, già sottoposta alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, pregiudicata per reati contro il patrimonio commessi in diverse aree del Paese, sovente a danno di soggetti fragili come anziane donne, private dei propri averi con la nota tecnica dell’abbraccio o introducendosi nelle abitazioni.

La donna è stata riconosciuta colpevole di numerosi furti pluriaggravati commessi, sin dal 1997, a Padova, Urbino, Trento, Riccione, Cesena, Gabicce, Fano, Gradara, Cortina d’Ampezzo, Milano Marittima e negli ultimi anni nella provincia di Forlì-Cesena; in particolare, dieci furti tra maggio e settembre 2018.

L’attività eseguita dal personale della Questura di Rimini ha permesso di accertare la sproporzione tra gli esigui redditi dichiarati dalla donna e il proprio patrimonio accumulato sicuramente con gli ingenti proventi dei reati commessi. In esecuzione del decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Bologna- sezione misure di prevenzione- sono stati posti sotto il vincolo ablativo due immobili nel Comune di Rimini, in zona turistica, e alcuni rapporti finanziari. Il patrimonio sequestrato nella disponibilità della proposta ammonta a un valore complessivo stimato pari a circa 250.000 euro.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO