Indietro
domenica 23 gennaio 2022
menu
Basket C Silver

Sabato i Titans ospitano Acqualagna

In foto: Simone Porcarelli (Foto di Simone Fiorani)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 29 ott 2021 11:48 ~ ultimo agg. 30 ott 15:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per la quarta giornata di campionato i Titans ospitano Acqualagna e si tratta di un altro bel test casalingo dopo quello di sabato scorso con Urbania. Si gioca domani, sabato 29 ottobre, al Multieventi, con palla a due programmata sempre per le ore 18.

La Pallacanestro Titano è imbattuta e comanda assieme a Montemarciano la classifica con un ruolino di marcia fatto di 3 vittorie e 0 sconfitte. Per Acqualagna 1 vittoria e 2 sconfitte.

Coach Porcarelli, ci descrive l’avversario di questa quarta giornata?
«Acqualagna è un avversario cambiato rispetto all’ultima volta in cui l’abbiamo incontrato. Non c’è più Bianchi in cabina di regia, ma un giocatore che conosciamo bene come Giulio Gennari. Poi hanno aggiunto un lungo come Francesco Conti, ex Montemarciano, e sugli esterni un ragazzo del ‘99 molto valido come Vittorio Lorenzi. Una squadra a cui piace correre e trovare buoni tiri in ritmo dalla transizione. Tirano bene tutti e a queste caratteristiche dovremo prestare molta attenzione».

Torniamo ai Titans, come sta il gruppo a livello di salute?
«Con Urbania eravamo senza Saponi e con altri acciacchi tra Altavilla e Raschi. Saponi probabilmente sabato ci potrà essere, stiamo valutando la sua situazione e verificheremo. Ancora in generale non stiamo benissimo ma stiamo facendo passi in avanti da questo punto di vista».

Dal punto di vista tecnico, invece, cosa ha detto l’ultima partita?
«La gara con Urbania si è dimostrata di cartello. Punteggio basso, nessun break veramente significativo a parte quello nel finale e tanta lotta. Come ho detto ai ragazzi, sono contento della solidità mentale messa in mostra, soprattutto quando Urbania ha superato con quel tiro da tre a metà quarto periodo. Bisogna continuare così»