Indietro
menu
cresce il monte ore

In aumento gli interventi degli psicologi nelle scuole riccionesi

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 6 ott 2021 13:53
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Cresce il monte ore del servizio di supporto psico-pedagogico rivolto a studenti, docenti e genitori nelle scuole del Distretto Socio-Sanitario di Riccione. Tra lockdown da Covid 19, distanziamento, Dad e mancanza di contatto fisico, il peso delle restrizioni si è fatto sentire negli ultimi anni e le ore programmate nei 12 istituti scolastici del Distretto, di cui 9 comprensivi e 3 superiori, sono state aumentate del 50% rispetto all’anno precedente.

A Riccione lo sportello è presente nei due Istituti Comprensivi, IC 1 e IC Zavalloni, per quanto riguarda la primaria e secondaria, al liceo Volta-Fellini e all’Istituto Alberghiero Savioli.  Quest’anno le ore calcolate in proporzione alla popolazione scolastica, sono circa 3000 rispetto alle 2277 dell’anno scolastico 2020-2021. Ciò significa che gli interventi preventivati dagli psicologi nei vari sportelli attivati dentro le scuole, in base ai bisogni specifici degli studenti, famiglie e insegnanti, saranno più numerosi, sia per i crescenti disagi dei ragazzi sia perché la consulenza on line dovrebbe essere sostituita dagli incontri in presenza. E le forme di aiuto previste sono le più diverse. Nelle classi, a supporto degli alunni con problematiche quali l’abuso della tecnologia o difficoltà relazionali, attraverso colloqui e incontri rivolti ai ragazzi delle scuole medie e superiori o coinvolgendo gli insegnanti per consulenze e analisi delle problematiche in classe. Sono possibili anche colloqui, su appuntamento, con i genitori su interrogativi nella crescita dei propri figli.

Numeri alla mano nell’anno scolastico 2020 -2021 su 2277 interventi attivati dai consulenti 950 sono stati rivolti agli studenti, 551 ai genitori, 407 ai docenti, 302 interventi in classe e 65 di raccordo con i Servizi Socio- Sanitari. Numeri che conteggiano non le persone singole ma appunto gli interventi, che possono essere stati anche più di uno, a carico dei singoli. Nel 2018-2019 c’erano stati 1728 interventi, nel 2019-2020 1433 interventi, in un anno fortemente caratterizzato dall’attività on line e dalla Dad.

A Riccione, cosi come nelle scuole del Distretto, c’è la possibilità di dare una risposta immediata ai malesseri, spesso silenziosi, di tutti i ragazzi e ragazze che negli ultimi due anni scolastici, hanno dovuto interagire a distanza con i compagni di scuola e con gli amici – afferma Laura Galli, vice sindaco e assessore Servizi alla Persona -. Con gli sportelli psico-pedagogici si vuole rispondere ai traumi conseguiti all’emergenza sanitaria e intercettare quanto prima le difficoltà degli alunni come ansia, metodi di studio, relazioni con gli amici, rapporto con i docenti. Un aiuto concreto favorito peraltro dalla recente apertura a Riccione in via Bergamo di “A Sociale Space”, un ulteriore servizio rivolto ai giovani, non solo con la presa in carico legata a particolari patologie, ma anche per risolvere problematiche degli adolescenti legate alla pandemia”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.