Indietro
menu
Bene discoteche al 50%

Decreto riaperture. Rossi (PD): svolta verso ritorno a normalità

In foto: Nadia Rossi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 8 ott 2021 13:02 ~ ultimo agg. 13:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per Nadia Rossi, consigliere regionale del PD, il decreto riaperture, come è già stato ribattezzato il provvedimento assunto dal Consiglio dei Ministri nella serata di giovedì, segna una attesa svolta verso il ritorno alla normalità.

“Le vaccinazioni che continuano a crescere, la previsione del Green Pass obbligatorio nei luoghi di lavoro e dati confortanti sull’andamento dei contagi e delle ospedalizzazioni fanno ben sperare – commenta Nadia Rossi – Ed è in questa ottica di speranza e di ottimismo per il futuro che leggo la decisione del Governo di ridefinire i criteri per le riaperture anche superando le indicazioni del Cts. Bene il massimo della capienza per i luoghi della cultura, così a lungo penalizzati, così come l’innalzamento delle capienze degli stadi e dei palazzetti. Il segnale più incoraggiante e più atteso arriva però per le sale da ballo e discoteche, settore importante per l’economia regionale e in particolare della riviera. Riaprire con capienza al 50% al chiuso è un primo segnale per un intero comparto economico che attende da quasi due anni di rimettersi in moto – commenta la consigliera democratica riminese, che ricorda – Il protrarsi di vincoli stringenti per i locali notturni avrebbe inevitabilmente portato solo al proliferare di situazioni abusive, poco sicure sotto il profilo sanitario e con un duplice danno economico per gli operatori. Mi auguro comunque che, pur a fronte di questa prima apertura, il Governo non arretri sul fronte dei ristori per una categoria che conta aziende chiuse senza soluzione di continuità dal febbraio 2020″.

In Assemblea Legislativa, la prossima settimana sarà discussa una nuova legge regionale che assegna 12 milioni di euro di fondi per imprese agricole, strutture alberghiere e ricettive e per altre attività fortemente colpite dagli effetti della pandemia. “Mi auguro che presto il tema ristori possa essere definitivamente superato per fare strada a tutte le misure a sostegno della ripartenza dell’economia e del lavoro”.