Indietro
menu
Ambiente Politica

Coordinamento Ambientalisti di Rimini: impegno da Ceccarelli e Sadegholvaad

In foto: la spiaggia della Bolognese
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 1 ott 2021 15:36
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Le Associazioni Ambientaliste del Coordinamento di Rimini hanno inviato ai Candidati sindaco proposte sulle scelte ambientali da compiere nei prossimi anni chiedendo loro di impegnarsi per iscritto sulle soluzioni da dare.

Ad oggi, fanno sapere le associazioni, “abbiamo raccolto nell’ordine e con qualche sfumatura diversa: l’adesione scritta a quanto da noi proposto da parte di Jamil Sadegholvaad (che ci ha anche incontrato, confrontandosi di persona con le nostre richieste) e di Enzo Ceccarelli, che ci ha inviato un documento firmato con il quale assume impegni riguardo ai punti da noi indicati. Il tempo per il confronto è stato poco, per ora giudichiamo complessivamente positive, ma generiche queste risposte, senza gli impegni puntuali che avevamo chiesto, e ci riserviamo di approfondire prima del ballottaggio, se ci sarà. Poi appena insediati la nuova Giunta e il Consiglio Comunale, rilanceremo il confronto affinché si proceda senza indugi con la fase attuativa”.

Le richieste, in sintesi:

Affrontare la grave situazione della scarsità di acqua. In particolare tramite a) il riuso dei 50.000 metri cubi di acqua, perfettamente depurata dall’impianto di Santa Giustina, buttati ogni giorno a mare; b) promozione di una Conferenza dei Soggetti interessati, al fine di aggiornare e rendere esecutivo il Piano di Riutilizzo delle Acque reflue depurate.

Approvazione di un Piano del Verde urbano e rispetto del Regolamento del Verde esistente.

Adottare l’uso di energie rinnovabili in particolare per il regolamento del Parco del Mare che dovrà prevedere, per le realizzazioni dell’A.C. e di tutti coloro che opereranno nell’area, l’attivazione sistematica di buone pratiche per il risparmio idrico ed energetico.

Rispetto delle poche aree residue scarsamente antropizzate, quali le spiagge libere a ridosso delle Colonie Bolognese e Novarese, da rinaturalizzare e da destinare ad un turismo diverso e complementare al resto della costa, più sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Rinnovo del Tavolo di confronto e concertazione della A.C. con il Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste e Animaliste.

L’iniziativa ha avuto l’adesione anche delle seguenti Associazioni: AsOer / Associazione Ornitologi Emilia Romagna; Associazione Terra Blu odv; ENPA / Ente Nazionale protezione Animali; FIAB Rimini / Pedalando e camminando APS