Indietro
menu
Incontro coi residenti

Via Ducale. Il candidato Ceccarelli: un nuovo ponte prima di chiudere Ponte Tiberio

In foto: Ceccarelli e Renzi coi residenti di via Ducale
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 6 set 2021 15:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Dopo l’incontro con Gloria Lisi, è toccato al candidato sindaco del centrodestra Enzo Ceccarelli incontrare i residenti della zona di via Ducale-Rione Clodio che da tempo ormai lamentano la mancata soluzione del traffico nell’area. L’incontro, spiegano in una nota gli stessi residenti, è avvenuto lo scorso tre settembre. Ceccarelli si è presentato insieme al capolista di Fratelli d’Italia Gioenzo Renzi che ha ricordato ai residenti di aver sempre contestato il cambio di viabilità introdotto nell’ottobre 2019 e di aver raccolto anche 500 firme di protesta. “Istanze – ha spiegato – rimaste inascoltate dagli attuali Amministratori di centrosinistra, che hanno dimostrato sordità e hanno reso definitiva una sperimentazione, incuranti delle ripercussioni sui residenti e sulla viabilità di tutti i cittadini“.
I residenti hanno poi esposto a Ceccarelli i problemi derivanti dall’utilizzo di via Ducale “come dorsale di attraversamento monte mare di circa 12/15 mila mezzi al giorno. Con l’aggravante che su via Bastioni Settentrionali percorrono la direzione mare/monte circa altrettanti mezzi, trasformando quindi il Rione Clodio in un enorme spartitraffico, all’interno del quale vivono però diverse decine di famiglie. Tale situazione – hanno spiegato – è diventata inaccettabile poiché influisce sulla salute e qualità di vita dei residenti da ormai due anni“.
Nel suo intervento il candidato sindaco del centrodestra ha messo in evidenza – riporta il comunicato stampa – come l’inquinamento acustico e quello dell’aria siano in zona ad altissimo livello.
L’attuale transito veicolare Monte-Mare all’interno del Centro Storico (in Corso d’Augusto, Via Ducale e via Clodia, prive di marciapiedi) è simbolo di cattiva gestione amministrativa, esempio da non ripetere per le decisioni future – ha continuato Ceccarelli – la nostra proposta, inserita in programma, vuole essere un’alternativa concreta a queste pessime pratiche adottate dal centrosinistra, con decisioni prese dall’alto ignorando i problemi dei cittadini“. Ceccarelli ha spiegato che ritiene necessario ripristinare la viabilità in direzione monte/mare in Via Bastioni Settentrionali e realizzare un ponte alternativo al ponte di Tiberio, prima della chiusura di quest’ultimo. “Deve essere approntato – ha continuato – un piano della mobilità per tutta la città, con la realizzazione di una distribuzione sostenibile del traffico, che tenga in considerazione la qualità della vita dei residenti. L’esatto contrario di quanto fatto dalla giunta Gnassi-Sadegholvaad e Lisi.

Notizie correlate