Indietro
menu
Le opere a Rimini e Riccione

Interventi sui 'buchi neri' dell'Adriatica, consegnate le aree di cantiere

In foto: dal FB di Andrea Gnassi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
mer 22 set 2021 18:20 ~ ultimo agg. 23 set 14:11
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con la consegna delle aree di cantiere, è stato dato il via oggi ai lavori di Autostrade per l’Italia per il miglioramento della viabilità di collegamento con il tratto Rimini Nord-Cattolica dell’A14, in particolare sui cosidetti “buchi neri” dell’Adriatica. Il piano di interventi rientra nel complesso delle opere accessorie previste nel progetto di potenziamento della A14 nel tratto romagnolo. Tutte le attività, del valore complessivo di 21 milioni di euro, sono state identificate in condivisione con le istituzioni del territorio con l’obiettivo di migliorare e potenziare l’accessibilità al sistema autostradale, prevedendo anche opere di mobilità agile (ciclopedonale) ad integrazione della viabilità esistente, in particolare della Statale 16 Adriatica.

Il piano, a cui hanno collaborato i Comuni di Rimini, Riccione, Coriano e Misano Adriatico, nello specifico riguarda:
I percorsi ciclopedonali nelle zone di Covignano e Scacciano, della lunghezza di 1,3 km ciascuno, i sottopassi ciclopedonali della S.S.16 con via Covignano, via della Fiera, via Coriano;
La rotatoria di intersezione S.S.16 – S.S.72 (con interramento del collegamento di via Euterpe e via della Repubblica, di tre attraversamenti ciclabili e del torrente Ausa) e la rotatoria Intersezione S.S.16 – via Montescudo/Coriano.  Si partirà dalla realizzazione della rotatoria tra SS16 e via Montescudo, opera che sarà realizzata per prima per gestire meglio la viabilità, per poi passare alla realizzazione dell’altra rotatoria all’altezza della statale di SS72 di San Marino.
La viabilità di collegamento tra viale Venezia e via Udine (con la realizzazione del ponte sul Rio Melo) e quella tra via Ascoli Piceno e via Tavoleto.

Inoltre sono previsti interventi come rotatorie e sottopassi, il più rilevante riguarda l’intersezione tra la S.S.16 e la S.S.72, con la realizzazione di una rotatoria di grande diametro, un sottovia stradale per il collegamento diretto di via Euterpe a via della Repubblica e un nuovo percorso ciclopedonale con tre sottopassi. Altri interventi infine riguardano la viabilità di raccordo tra i Comuni di Riccione, Coriano e Misano Adriatico con i collegamenti tra viale Venezia e via Udine e tra via Ascoli Piceno e via Tavoleto.

I lavori, che dovrebbero concludersi nel 2023, rientrano nel piano nazionale di ammodernamento e potenziamento della rete di Autostrade per l’Italia, che solo per la Regione Emilia Romagna prevede fino al 2038 3,5 miliardi di investimenti.

Per quanto riguarda Riccione, un investimento di circa 7 milioni di euro per la viabilità di collegamento da e per l’A14, è stato previsto nell’ambito del piano di potenziamento della A14.

In particolare nel Comune di Riccione Autostrade per l’Italia prevede tre blocchi di interventi che si concluderanno nel 2023.

Viabilità di Collegamento Viale Venezia – Viale Udine

L’intervento, avente una estensione di circa 700 metri, permette il collegamento, lato mare, di viale Venezia (zona Colombarina) con via Udine.  La nuova viabilità, con pista ciclopedonale, si allaccia alla rotatoria di Viale Udine e termina con la realizzazione di una nuova rotatoria su Viale Venezia e prevede l’attraversamento del Rio Melo con la realizzazione di un ponte lungo 80 metri che rappresenta una delle opere più importanti del progetto.

Viabilità di Collegamento Via Ascoli Piceno – Via Tavoleto

Il tratto di strada da realizzare, ricade per oltre 1 km nel territorio di Riccione sino al Rio Raibano – La Fossa e si innesta sulla attuale rotatoria di Via Ascoli Piceno che verrà ampliata per fluidificare il traffico in zona Aquafan.

Percorso Ciclopedonale Zona Scacciano

L’intervento consiste nella realizzazione di un percorso ciclopedonale lungo 1300 m in affiancamento alla S.P.91 nel tratto compreso fra l’abitato di Scacciano (Misano Adriatico) e la Palestra comunale di Riccione su Viale Abruzzi dove si connette alla pista ciclabile esistente.

Commenta su Facebook il sindaco di Rimini Andrea Gnassi: “Dopo un’attesa più che ventennale, dopo anni di annunci e di rinvii da parte delle autorità nazionali competenti, dopo un pressing incessante da parte degli enti locali, finalmente ci siamo. Opere strategiche per la nostra viabilità che, incrociandosi con i lavori già realizzati, consentiranno non solo di migliorare l’accessibilità alla città, ma di ricucire le fratture tra mare e a monte della Statale Adriatica”.

“Dopo anni di attesa e lavoro che definirei certosino degli uffici comunali oggi con la consegna del cantiere da parte di Autostrade alla ditta vincitrice dell’appalto si concretizza una svolta importante per la viabilità della città di Riccione – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici, Lea ErmetiCon la creazione di un nuovo ponte veicolare e nuove strade, vi sarà una decisa fluidificazione del traffico in entrata e uscita dall’Autostrada. Uno snellimento del traffico particolarmente necessario nei periodi di maggiore afflusso turistico alla nostra città. Ma non solo, sarà evidente anche il vantaggio per la circolazione interna sia veicolare che di mobilità lenta. Insomma siamo molto orgogliosi e per questo ringraziamo Autostrade per aver accolto le necessità della nostra città così come l’amministrazione le ha proposte in convenzione e un sentito ringraziamento al settore Lavori Pubblici del comune di Riccione che ha lavorato con impegno in maniera precisa e puntuale per il bene della nostra città”.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.