Indietro
menu
l'ordinanza del giudice

Duula resta in carcere: "Non ha autocontrollo e potrebbe colpire ancora"

In foto: l'arresto di Somane Duula (foto Migliorini)
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 14 set 2021 20:04 ~ ultimo agg. 15 set 13:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Arresto convalidato e custodia cautelare in carcere per Somane Duula, il 26enne somalo che sabato 11 settembre ha ferito con un coltello da bistecca prima le controllori sul bus della linea 11 all’altezza del Talassoterapico a Miramare (per loro una prognosi di 60 e 10 giorni), poi una giovane di Pesaro e una riminese di 77 anni e infine un bambino di 6 anni, attinto con un fendete alla gola e salvato dai medici dell’Infermi dopo un delicato intervento chirurgico.

Il gip del tribunale di Rimini Manuel Bianchi, al termine dell’interrogatorio odierno (vedi notizia), ha ritenuto Duula socialmente pericoloso, considerati “l’assoluto difetto di autocontrollo” e “l’indole particolarmente violenta”, che lo hanno spinto a “colpire ripetutamente con un coltello due donne inermi e tutte le altre persone che gli si paravano di fronte durante la sua fuga, non risparmiando neanche un bambino di soli sei anni”. 

Nella dettagliata ordinanza di convalida, il giudice evidenzia il notevolissimo allarme sociale dell’episodio oltre al pericolo di reiterazione del reato. La “furia incontrollata” del somalo si può evincere dalla brutalità con cui si è avventato contro una delle due controllori, colpita con accanimento con più fendenti mentre veniva trattenuta per i capelli e apostrofata con il termine inglese “bitch” (“put…”).

Nel corso dell’interrogatorio il 26enne, come conferma il gip, ha risposto in modo assolutamente delirante alle domande, ma al momento non è possibile escludere – né tantomeno affermare – l’ipotesi di una messinscena. Se Duula sia effettivamente affetto da disturbi psichici, lo stabilirà un’apposita perizia. Nel frattempo resterà rinchiuso nel carcere riminese dei Casetti.