Indietro
menu
EmiliaRomagnawifi

A Coriano in conclusione l'intervento per il wi-fi libero in centro

In foto: il centro di Coriano
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 23 set 2021 13:40 ~ ultimo agg. 13:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si avviano a conclusione a Coriano i lavori per garantire il wi-fi in modo completamente gratuito e senza alcuna autenticazione in tutto il perimetro del centro storico.Interve Saranno coperte quindi tutte le aree esterne del Palazzo Comunale, del Teatro Corte, della sede della Polizia Municipale e della Biblioteca Comunale. In quest’ultima il wi-fi libero sarà garantito anche all’interno.

Il costo complessivo dell’intervento ammonta a 34.900 euro quasi interamente finanziati con risorse extra bilancio comunale: 15.000  euro sono finanziati con il voucher che il comune di Coriano ha ottenuto grazie alla partecipazione al primo Bando Europeo, risultando tra i 10 vincitori tra tutti i comuni Emiliano Romagnoli; la parte restante è stata invece è coofinanziata al 50% da Lepida spa e quindi a carico del bilancio comunale meno di 10.000 euro.

A breve sarà quindi possibile navigare liberamente dal proprio dispositivo elettronico mobile (smartphone, laptop, tablet…) nell’anello del centro storico semplicemente collegandosi alla rete “EmiliaRomagnawifi”, già funzionante in Piazza Mazzini, in Piazza Fratelli Cervi e nel primo tratto di Via Garibaldi.

“In questo periodo così complicato abbiamo visto crisi e difficoltà di relazioni causate dal Coronavirus e abbiamo visto quanto siano importanti le reti e le comunicazioni. Tutto quello che abbiamo costruito in questi anni è stato fondamentale per garantire la continuità dei servizi che non abbiamo mai smesso di erogare – ricorda il sindaco Domenica Spinelli –  Infatti abbiamo distribuito buoni spesa alle famiglie in difficoltà con tecnologie esclusivamente digitali, senza la necessità di far spostare dalle proprie abitazioni i cittadini e con i dipendenti in remoto. I buoni spesa infatti venivano recapitati direttamente sugli smartphone dei beneficiari dei buoni”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Icaro Sport   
FOTO