Indietro
venerdì 22 ottobre 2021
menu
Doppietta di Tonin

Test amichevole: Cesena-Nazionale di San Marino 2-0

In foto: ©CesenaFC
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
mer 11 ago 2021 22:05 ~ ultimo agg. 22:13
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Test amichevole | Cesena – Nazionale di San Marino 2-0

IL TABELLINO
CESENA [4-4-1-1]: E. Benedettini (dal 75’ D. Fabbri); Francesconi (dall’80’ Brambilla), Lepri, Zanni (dall’80’ Gonnelli), Adamoli; Crispino (dall’80’ Zecca), Berti (dall’80’ Ardizzone), Ghinelli (dal 59’ David), Nannelli; Boriani (dall’80’ Bortolussi), Tonin. A disposizione: Candela, Ilari, Ricci, Caturano, Ciofi. Allenatore: William Viali.

NAZ. SAN MARINO [4-4-2]: S. Benedettini (dal 46’ Zavoli (dall’80’ De Angelis)); Ma. Battistini (dal 60’ Mi. Battistini), F. Fabbri (dal 66’ Ma. Battistini), Rossi (dal 16’ Conti), Grandoni; Mularoni (dal 60’ Zafferani), E. Golinucci, A. Golinucci (dal 60’ Sopranzi), D. Tomassini (dal 60’ Ceccaroli); Vitaioli (dal 46’ Bernardi), Hirsch (dal 60’ Pancotti). Allenatore: Franco Varrella.

Arbitro: Mario Davide Arace di Lugo.
Assistenti: Giacomo Pompei Poentini di Pesaro e Marco Antonio Vitale di Ancona.

Reti: 50’ e 83’ Tonin.

CRONACA E COMMENTO
Una doppietta di Riccardo Tonin costringe la Nazionale sammarinese a cedere 2-0 al Cesena nel secondo test amichevole disputato in quattro giorni. Al Centro Sportivo di Martorano, i Titani hanno a lungo tenuto il pallino mettendo sul campo buon ritmo e buone trame, pur senza trovare l’acuto del gol. Per assenze o semplice volontà di rotazione, il CT Varrella cambia per 5/11 la formazione titolare che sabato aveva affrontato in amichevole la Vis Pesaro. Il Cesena infittisce le linee di ragazzi giovani e giovanissimi, tra cui addirittura un classe 2005. Per i bianconeri è la quarta amichevole prestagionale, per la Nazionale la seconda in quattro giorni. Tra i pali biancoazzurri c’è Simone Benedettini; tra quelli bianconeri il cugino Elia, tra i titolarissimi di Franco Varrella ma in questo caso aggregato al club di appartenenza al pari dell’ex Nicola Nanni e di Mirko Palazzi.

Primo squillo dei Titani al 4’, quando un altro ex – Filippo Fabbri – lancia profondo per lo scatto di Vitaioli, che prende il tempo alla difesa ma perde quello del tiro: Lepri è autore di un buon recupero e l’azione si spegne. San Marino comunque resta in avanti e meno di sessanta secondi dopo i biancoazzurri in maglia rossa si vedono da calcio d’angolo: batte Enrico Golinucci, la difesa respinge al limite e Manuel Battistini chiude l’azione con un sinistro alto. Il Cesena prova ad aumentare i ritmi, ma la prima occasione bianconera arriva da una palla persa dalla retroguardia ospite, che offre a Tonin la possibilità di penetrare in area e ritagliarsi lo spazio per il tiro, parato da Simone Benedettini. Al quarto d’ora Rossi si arrende ad un infortunio e chiede il cambio: dentro, Conti. Poco dopo, punizione battuta a sorpresa da Enrico Golinucci e spazio a destra per Manuel Battistini, che salta il dirimpettaio di fascia e mette dentro un pallone al veleno, disinnescato con fatica dalla difesa di casa. Al 27’ altra punizione per San Marino, stavolta ai venti metri in posizione centrale e quindi perfetta per la battuta diretta: se ne incarica Vitaioli, che però non riesce a battere il compagno di Nazionale spedendo alto. La risposta del Cesena è in un colpo di testa pericoloso di Nannelli, che prende tempo e spazio a Manuel Battistini e schiaccia verso la porta di Simone Benedettini, mancandola di un soffio. Due fiammate dei Titani (punizione laterale di Enrico Golinucci e taglio di Hirsch assecondato da Vitaioli) gettano scompiglio nella terza linea di casa ma senza trovare l’acuto dell’1-0. Sull’altro fronte, a seminare scompiglio è Adamoli che sprinta sulla linea di porta e poi cerca direttamente lo specchio, colpendo il palo ma con Simone Benedettini a protezione. Nel recupero, la Nazionale sammarinese si costruisce un’altra occasione da piazzato, ma il tiro di Hirsch dal cuore dell’area, dopo un angolo battuto corto, è ampiamente fuori misura.

Nell’intervallo Franco Varrella si gioca un paio di cambi (Zavoli per Benedettini e Bernardi per Vitaioli), mentre nulla viene mosso sullo scacchiere opposto. Al 50’ il Cesena trova il vantaggio sfruttando una fuga centrale di Tonin, che poi resiste al ritorno di Fabbri e in caduta riesce a toccare il pallone prima dell’uscita di Zavoli. San Marino prova a reagire subito un destro di Alessandro Golinucci, al volo, alto. Poco dopo, il Cesena cerca di sfruttare le ampie distanze fra i reparti avversari: Tonin si produce in un’azione insistita, poi la palla finisce a Boriani, che prova ad incrociare il tiro trovando la parata a terra di Zavoli. All’ora di gioco, ampia girandola di cambi per il CT sammarinese. Uno dei nuovi entrati e Tommaso Zafferani, che al 62’ prova a sfruttare il lancio panoramico e perfetto di Enrico Golinucci: il laterale sammarinese penetra in profondità nell’area bianconera e cerca direttamente la porta, trovando il piedone di Elia Benedettini a dire di no. Dalla parte opposta del campo Tonin ha una grande occasione per fare 2-0 e doppietta, ma il suo destro incrociato trova una deviazione e si spegne sul fondo, seppur di pochissimo. Passato il pericolo, la Nazionale prova a riprendere l’iniziativa, producendo buone trame ma mancando per lo più al momento della rifinitura. Al 77’, lampo a ciel sereno di Bernardi, che calcia da fermo dalla tre quarti colpendo la parte superiore della traversa, a Davide Fabbri – nel frattempo subentrato ad Elia Benedettini – battuto. Arriva poi il momento della girandola bianconera, con Viani che si affida, per i minuti finali, a tanti dei suoi big. Subito dopo, la difesa ospite si fa trovare scoperta e proprio uno dei nuovi entrati, Zecca, conduce il due contro due che Tonin capitalizza spedendo con violenza il pallone là dove De Angelis – entrato al posto di Zavoli – non può intervenire. La sfida termina così 2-0, curiosamente lo stesso risultato con cui le due squadre avevano concluso l’amichevole giocata proprio al Centro Sportivo di Martorano tre anni fa.

FSGC | Ufficio Stampa

Notizie correlate