Indietro
menu
alla vecchia pescheria

Jamil, è già domani. Il candidato ha inaugurato manifesto e sede elettorale

In foto: la conferenza di Jamil Sadegholvaad
di Lucia Renati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 11 ago 2021 14:49 ~ ultimo agg. 12 ago 11:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una folla – non esattamente distanziata –  sotto la vecchia pescheria di Rimini, questa mattina ha partecipato all’inaugurazione della sede elettorale del candidato a sindaco per il centrosinistra  Jamil Sadegholvaad alle prossime amministrative del 3 e 4 ottobre. Svelato il suo manifesto elettorale e annunciate le forze politiche a sostegno.

Un candidato con jeans, camicia bianca e scarpe da ginnastica, ha rotto il silenzio carico di attesa con la voce spezzata dall’emozione. Dietro di lui, il mega manifesto elettorale con lo slogan: “Jamil. È già domani”, accanto a lui, l’altra componente del tandem, la candidata vicesindaca Chiara Bellini, indicata da Emma Petitti e dalla sinistra del Pd come “espressione del civismo”. Di fronte, tra la folla,  la prova che la prossima amministrazione, qualora vincesse lui, sarebbe nel segno della continuità: l’amico e compagno degli ultimi anni lavoro spalla a spalla, Andrea Gnassi (in polo e mocassini).  Se sia una calma vera o apparente ce lo diranno i prossimi 52 giorni, tanti ne mancano al 3 ottobre, giorno del voto.

Alla folla di riminesi assiepati sotto la vecchia pescheria, Jamil ha parlato del suo progetto di città, di una Rimini in cammino con diverse priorità: perfezionare il piano di parcheggi dalle periferie al centro, la gratuità degli asili nido, proseguire con i lavori al parco del mare (tratti 2 e 3), un piano casa per le giovani coppie, diritti, sicurezza, protezione sociale, eliminare il digital divide (cioè il gap tecnologico dovuto alle difficoltà di connessione, pensando alla dad per esempio) tra le periferie e il centro, la tutela dell’ambiente e della salute.

Fuori microfoni riserva una battuta all’avversario del centrodestra Ceccarelli “Senza paura di essere smentito, posso affermare con certezza che io conosco questo Comune come le mie tasche, non so se Ceccarelli può dire la stessa cosa”. Nessuna stoccata politica invece per Gloria Lisi (che ieri ha raggiunto l’accordo con il Movimento 5 stelle) che – ha detto Jamil – “non vedrò mai come un avversario politico, continuo a pensare che la sua mossa sia stata incomprensibile, ma le auguro un buon lavoro”.

Poi, la parola è passata ad ognuno dei rappresentanti delle forze politiche a sostegno: dal PD a Emilia Romagna Coraggiosa, a Europa Verde, a Italia viva, più Europa, Azione, Volt, Il partito Socialista e le liste civiche (Kristian Gianfreda, Mirko Muratori, Andrea Bellucci, Luca Pasini, Irina Imola) che andranno a firmare oggi il programma di coalizione.

 

Notizie correlate