Indietro
menu
160 eventi

Il bilancio della Notte Rosa: alberghi quasi pieni e +10% ai caselli A14

In foto: pubblico in rosa
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 1 ago 2021 13:28 ~ ultimo agg. 13:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tempo di primi bilanci per la Pink Week giunta, con qualche aggiustamento di format, alla 16esima edizione. Il tasso di riempimento degli alberghi ha sfiorato il 100% e gli accessi ai caselli autostradali sono aumentati del 10% rispetto allo stesso weekend del 2020. Sono dati che rende nota Apt servizi. Oltre 160 gli eventi che hanno caratterizzato una settimana in cui è stato fondamentale anche il rispetto delle normative anticovid.
“Da due anni la Notte Rosa “convive” con un “ospite” indesiderato – sottolinea l’Assessore Regionale al Turismo, Andrea Corsinima, come la Romagna ha dimostrato in più di un’occasione, abbiamo saputo reagire e adattare il format senza snaturarlo per garantire alle persone quella leggerezza che da sempre ci caratterizza e che mai come quest’anno era necessaria. Leggerezza sì, ma senza mai abbassare la guardia o sottovalutare il Covid. Questo territorio dispone di palcoscenici di singolare bellezza, dalle Saline di Cervia ai borghi dell’entroterra, dalle spiagge all’alba e al tramonto al Parco delle Foreste Casentinesi, e lavoreremo per dar loro ancora più risalto nelle prossime edizioni, con appuntamenti dedicati al food e alla cultura”.
La Notte Rosa è da 16 anni la festa dell’estate, un momento di convivialità e di leggerezza –commenta il Presidente di Visit Romagna e Sindaco di Rimini, Andrea Gnassiuna parte importante di una strategia ideata e voluta dalla Regione, da Visit Romagna e dai Comuni della Romagna. La Pink Week si è riconfermata l’occasione per stare insieme e per godere di iniziative molto diverse le une dalle altre, ma accumunate dalle grandi emozioni che tutte hanno saputo evocare. Finalmente un sorriso, il claim di quest’anno per una proposta per tutti, ricca di allegria e voglia di godere della spiaggia, dei giardini e dei borghi: la Romagna ha saputo costruire un progetto così ampio e diffuso da permettere a tante persone di vivere attimi di spensieratezza in totale sicurezza. Con la Settimana Rosa abbiamo dimostrato che gli eventi, se ben gestiti, possono essere momenti di rinascita e spensieratezza, le persone hanno voglia di stare insieme e di condividere piccoli grandi momenti di gioia. Abbiamo dimostrato che La Notte Rosa è davvero un evento unico in Italia, capace di adattarsi ai cambiamenti sprigionando lo stesso entusiasmo della prima edizione. Il nuovo format con spettacoli ed iniziative diffuse nel tempo e nello spazio è piaciuto al pubblico che ne ha apprezzato la varietà e la rilassatezza, un test per fare importanti valutazioni anche per i prossimi anni”

Siamo felici di essere stati parte di una grande festa – dichiarano diversi primi cittadini – che ha garantito intrattenimento, leggerezza e allegria anche in questi tempi così complicati. Non è stato facile dal punto di vista logistico assicurare l’intrattenimento e allo stesso tempo garantire l’incolumità delle persone. Ma in questo il pubblico ci è stato di grande aiuto, rispettando orari, obbligo di prenotazione, posti assegnati. La Notte Rosa/Pink Week di quest’anno è stata anche una grande dimostrazione di civiltà ed educazione. Ci piace pensare che dal 26 luglio al 1 agosto tanti Italiani abbiano avuto un’occasione in più… di sorridere, grazie al “Capodanno dell’Estate Italia”.