Indietro
menu
cattolica

Foronchi (PD): mobilità sostenibile e metromare fino all'acquario

In foto: Franca Foronchi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 22 ago 2021 09:23 ~ ultimo agg. 09:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Una città a misura d’uomo, di pedoni e di biciclette, dove in 10 minuti si arrivi ovunque senza automobile“. La candidata del centro sinistra a Cattolica Franca Foronchi propone un impegno significativo sui temi della mobilità sostenibile e lenta, nell’ambito di un più ampio piano strategico

La definizione tecnico-operativa del progetto – afferma – dovrà essere affidata a dei professionisti del settore in grado di applicare concretamente al tessuto cittadino questa prospettiva tramite la realizzazione di un piano della viabilità puntuale, legato ad un piano strategico generale della città che guardi, almeno, ai prossimi 20 anni”.

L’idea è quella di una circolare interna di mezzi a bassissimo inquinamento per collegare le estremità del perimetro cittadino e una attenzione alle diverse “velocità” che la città ha durante l’anno: estiva, invernale, week-end e festivi: “comprendere tale dinamica significa individuare soluzioni coerenti al relativo dinamismo e, quindi, soluzioni strutturali elastiche e flessibili”. Concretamente pensa alla corsia ciclabile (meno invasiva e più flessibile di una pista ciclabile) e la strada F-bis, cioè una strada dove pedoni e ciclisti hanno la precedenza su tutta la carreggiata e gli automobilisti autorizzati (carico/scarico, residenti e persone con ridotte capacità motorie) si muovono, a ridotta velocità.

La Foronchi si dice anche favorevole al prolungamento del Metromare fino all’Acquario di Cattolica, “in quanto opera essenziale per connettere la città con le
realtà circostanti e opereremo nelle sedi opportune per ritornare al progetto originale di collegamento tra Riccione e Cattolica“.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione