Indietro
menu
"politica inaccettabile"

RcAuto. Federconsumatori: meno incidenti ma i costi non scendono

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 2 lug 2021 13:06
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Durante il periodo del lockdown, l’incidentalità stradale è fortemente diminuita ma, nonostante questo, le polizze RcAuto stentano a diminuire. Anzi. “In questo periodo – spiega una nota della Federconsumatori Rimini – le compagnie hanno infatti aumentato i profitti del 45%, ma poco o nulla è stato restituito ai clienti, che anzi, secondo i nostri dati, in alcuni casi fanno ancora i conti con aumenti sulle proprie polizze“.
Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, i costi delle polizze segnano nel 2020 un aumento tra il 4% e il 12% (con picchi del +32% al sud). Parallelamente gli incidenti stradali con lesioni a persone sono invece diminuiti del 29,5%.
Una politica inaccettabile – dice il presidente Graziano Urbinati –, a cui le compagnie ora sono chiamate a porre rimedio dall’Ivass: sembrerebbe, infatti, che “su 2,2 miliardi di euro risparmiati, 800 milioni sono stati restituiti ma con forti differenze fra le compagnie.” “ – prosegue – riteniamo necessario che le compagnie blocchino gli aumenti in atto che, seppur più contenuti rispetto agli anni passati, non si arrestano“. “È giunto il momento di riportare un po’ di ordine in questo settore – conclude il presidente di Federconsumatori – che, tra tariffe elevate, continui aumenti e tentativi di speculazione (non dimentichiamo l’istruttoria avviata dall’AGCM sulle compagnie per il tentativo di controllare i prezzi e limitare la concorrenza nel settore) risulta uno dei più detestabile per i cittadini, che da anni subiscono condotte ai limiti della legalità“.

Notizie correlate
di Redazione