Indietro
menu
commerciante ferito

Rapina in negozio a colpi di mazza da baseball, fermati 5 giovani

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 30 lug 2021 11:45 ~ ultimo agg. 20:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’hanno picchiato selvaggiamente sottraendogli la mazza da baseball che lui stesso aveva afferrato da dietro il bancone per cercare di fermarli. Hanno tra i 20 e i 17 anni gli autori della violenta rapina ai danni di un commerciante bengalese di viale Regina Elena, arrestati ieri in tarda mattinata dalla polizia di Stato che li ha rintracciati e bloccati in via Leopardi.

I cinque giovani (tre marocchini di 18, 19 e 20 anni, un albanese di 18 e un 17enne, tutti residenti in Umbria) sono entrati verso le 11.15 in un negozio di articoli vari gestito da una famiglia bengalese e hanno iniziato ad aggirarsi tra gli scaffali con fare sospetto. Il negoziante, che li ha tenuti d’occhio, a un certo punto si è accorto che uno di loro stava cercando di rubare un paio di occhiali da sole. Così è intervenuto per bloccarli, ma il gruppetto ha reagito colpendolo con calci e manate. Durante la colluttazione il commerciante ha afferrato una mazza da baseball che nascondeva dietro il bancone, ma i giovani rapinatori sono riusciti a strappargliela di mano e l’hanno utilizzata contro di lui.

I cinque hanno infierito contro il povero bengalese, che ha tentato di ripararsi come ha potuto dai ripetuti colpi di mazza. In suo soccorso è intervenuta anche la moglie, spintonata dalla baby gang poi fuggita a piedi. Immediato l’allarme alla polizia, intervenuta sul posto con quattro Volanti. Gli agenti hanno perlustrato le vie limitrofe e dopo 10 minuti hanno individuato il quintetto in via Leopardi. I giovani rapinatori sono stati fermati e condotti in questura. Per i quattro maggiorenni è scattato l’arresto, mentre per il minorenne la denuncia a piede libero. Il negoziante, invece, è finito al pronto soccorso per accertamenti. Le sue condizioni non sono gravi, ma i colpi con la mazza da baseball gli hanno lasciato lividi ed escoriazioni su tutto il corpo.

Notizie correlate
di Redazione