Indietro
menu
A novafeltria

Picchiano inquilino e gli distruggono le auto. Arrestati due giovani

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 4 lug 2021 09:37 ~ ultimo agg. 5 lug 12:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Attorno alle 4,30 di sabato qualcuno ha visto tre persone litigare violentemente in strada a Novafeltria e ha chiamato i carabinieri. Quando la pattuglia è arrivata sul posto ha trovato un giovane straniero che ha raccontato di essere stato aggredito poco prima da due ragazzi uno dei quali proprietario dell’immobile di cui era affittuario. 

La lite sarebbe scaturita per alcuni ritardi nei pagamenti del canone di affitto, lamentati dal proprietario nei confronti dell’uomo. Mentre in strada il giovane spiegava ai militari cosaera accaduto, sono apparsi i due giovani che, in evidente stato di alterazione da abuso di alcol, immediatamente si sono scagliati contro l’affittuario colpendolo con calci e pugni in varie parti del corpo. I carabinieri hanno cercato di calmare la furia dei due, che erano armati di un’asta di ferro usata per colpire la vittima, frapponendosi tra la vittima e gli assalitori, permettendo al primo  di allontanarsi e mettersi al riparo.

Dopo aver percosso l’uomo i due si sono accaniti contro la sua auto parcheggiata in strada, mandando in frantumi tutti i vetri della vettura e danneggiando anche la carrozzeria in più punti. A nulla sono servite le intimazioni a smettere, anzi entrambi gli assalitori urlavano e minacciavano i militari.

Dopo aver completamente distrutto l’auto, i due si sono diretti nel cortile dell’abitazione della vittima, dove riservavano lo stesso trattamento all’altra auto dell’affittuario parcheggiata, mandandone in frantumi il lunotto posteriore e il vetro posteriore laterale sinistro. Sempre utilizzando l’asta di ferro hanno distrutto il vetro della porta di ingresso tentando di penetrare nell’appartamento. I militari hanno fatto intervenire sul posto una seconda pattuglia ed un’ambulanza del 118. Ma i due, appena hanno visto giungere sul posto altri militari, si sono infuriati ancora di più, continuando a minacciarli e tentando di colpirli.

Solo con un’azione decisa i carabinieri sono riusciti a contenerli ed a farli salire sulle auto di servizio. Una volta nel cortile della caserma uno dei due ha cercato di avventarsi contro uno dei militari che aveva difeso il giovane, ma senza, fortunatamente, riuscire a colpirlo. Il tutto continuando a minacciare e offendere tutti i militari. La vittima è stata portata in pronto soccorso all’ospedale di Novafeltria, da cui è uscito con una prognosi di sette giorni e i due, un 23enne residente a San Marino ed un 21enne residente a Novafeltria sono stati arrestati. Per loro l’accusa è lesioni personali, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale in concorso.

Nel pomeriggio di ieri al Tribunale di Rimini dove si è svolta l’udienza nella quale il Giudice ha convalidato l’arresto ed a seguito della richiesta da parte del P.M., ha disposto per loro la misura cautelare dell’obbligo di firma ed il divieto di allontanarsi dal proprio domicilio in orario notturno, fino alla data del processo che sarà celebrato a settembre.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO