Indietro
menu
Il M5S si compatta

Croatti e Sarti (M5S): soddisfatti per accordo Grillo-Conte, si lavora per amministrative

In foto: Giulia Sarti e Marco Croatti
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 16 lug 2021 17:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Esprimono soddisfazione per l’accordo raggiunto tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo e si preparano alle prossime amministrative a Rimini. Il senatore del Movimento 5 Stelle Marco Croatti e la deputata Giulia Sarti commentano i recenti sviluppi nazionali ma guardano anche alla situazione locale ipotizzando anche di entrare a far parte di un fronte progressista.

La nota stampa

C’è grande soddisfazione in tutto il MoVimento 5 Stelle per l’accordo
raggiunto tra il Garante e il Presidente: ora i ruoli sono più chiari, le responsabilità ben definite e sarà perciò possibile costituire un progetto politico di più ampio respiro. Oggi il MoVimento è l’unica
forza politica sufficientemente solida da poter già guardare al 2050. Questa consapevolezza attraversa anche le sezioni locali, infatti anche a Rimini il MoVimento si appresta ad essere elemento centrale della contesa elettorale, magari anche come parte di un fronte progressista, in vista delle elezioni amministrative.
“Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte, sia sul piano nazionale sia per Rimini questo accordo simboleggia la base da cui potremo costruire iniziative capaci di coinvolgere i cittadini e di avere un impatto sulla società – dichiarano Marco Croatti e Giulia Sarti – lavorando con umiltà e in silenzio come abbiamo sempre fatto riusciremo ad aiutare le persone e le realtà che, di fatto, costituiscono gli elementi portanti della nostra democrazia. Per affrontare i problemi del nostro territorio è importante trovare coesione sulle tematiche essenziali, come la transizione ecologica, e crediamo che questo confronto concluso positivamente tra Grillo e Conte sia un ottimo segnale.”
Il tavolo di confronto aperto nei gli scorsi giorni è sembrato a molti un segno di una crisi interna che non si sarebbe risolta facilmente, eppure così non è stato. Quel tavolo di confronto è diventato
un’opportunità per migliorare e rendere più forte tutto il MoVimento così da avere una solidità tale per cui oggi possiamo guardare al futuro. “Il MoVimento può dirsi soddisfatto e può pensare a un progetto politico capace di fissare obiettivi fino al 2050. Anche a Rimini vogliamo poter costruire una realtà che segua queste logiche: non ci lasceremo scoraggiare nei momenti più duri perché, esattamente come è appena successo, proprio dai
momenti di maggiore difficoltà noi del MoVimento riusciamo a individuare la strada giusta per uscirne più coesi e determinati di prima.”

Notizie correlate
di Redazione