Indietro
venerdì 30 luglio 2021
menu
Baseball Serie A

Comincia la seconda fase: San Marino ospita Godo

In foto: Il manager della T&A, Doriano Bindi
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 1 lug 2021 14:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Comincia la seconda fase e il San Marino Baseball ospita Godo per gara1 domani, venerdì 2 luglio. Campi invertiti per gara2 sabato, con entrambi i match che cominceranno alle 20.30.

La squadra romagnola ha vinto 11 delle 12 partite di qualification round. I partenti sono sempre stati Rodriguez Salas (4-0, ERA 0.97) e un ex come Matteo Galeotti (4-1, 2.59), mentre a livello di media battuta va segnalato il 375 di Albert (con 3 fuoricampo e 10 punti battuti a casa), il 302 di Luca Servidei, il 280 di Evangelista e il 268 di Marco Servidei.

In casa San Marino qualche cambiamento. Doriano Bindi, qual è la situazione degli assenti?
“Mancheranno sicuramente Angulo e Reginato: il primo per una contrattura intercostale dell’ultimo weekend, il secondo per problemi alla schiena. Non ci saranno neanche Kourtis e Sechopoulos, impegnati con la Grecia. Saranno invece presenti Tromp, di ritorno dalle qualificazioni olimpiche con l’Olanda, e il nuovo arrivato Centeno, anch’esso reduce dalle partite con la rispettiva Nazionale, il Venezuela. Ci sarà Simone Albanese, che riceverà una delle due partite”.

Comincia la seconda fase, quale deve essere l’approccio di San Marino?
“Quello di sempre sapendo che, ancor più adesso, non si può lasciare per strada neanche una partita, altrimenti i rischi di star dietro in classifica aumentano. Bisogna necessariamente prendere una gara alla volta cercando di concentrarsi sull’avversario di turno, questa volta il Godo. Abbiamo visto il loro percorso e naturalmente conosciamo Galeotti. Poi valuteremo cosa dirà il campo, è quello che dà le risposte”.

La rotazione dei partenti rimarrà la stessa?
“Lanceranno Di Raffaele e Quevedo. Dietro al primo Nicola e Giovanni Garbella, che è andato bene nella sua prima apparizione stagionale sul monte. Mi è sembrato centrato, tirava bene strike, mi è piaciuto”.