Indietro
menu
Riccione

A Villa Franceschi un'estate nel segno dell'arte e di Dante

In foto: taglio del nastro. Foto Daniele Casalboni
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 9 lug 2021 12:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A Villa Franceschi è stata inaugurata ieri la rassegna di pittura e scultura ‘L’Estate dell’Arte a cura dell’associazione SCultura, Centro Arti Figurative e del gruppo I Giovedì dell’arte. Nelle stanze della villa si commemora il Sommo Poeta, nel 70esimo anniversario della sua scomparsa con il progetto “L’amor che move il sole e l’altre stelle. Omaggio a Dante” attraverso una esposizione di 25 sculture di 12 artisti ispirate alle atmosfere e ai personaggi più significativi della Divina Commedia. Una sezione è invece dedicata a Maddalena Fano Medas, artista eclettica, sperimentatrice e sempre alla ricerca di nuove ispirazioni e di soluzioni tecniche innovative che in 12 pannelli realizzati con immagini e suggestive incursioni grafiche e pittoriche, offre una lettura originale e attuale del mondo dantesco. Il percorso espositivo continua con 24 opere pittoriche realizzate da 18 artisti. Ogni giovedì poi il giardino della villa si trasformerà in un atelier di pittura e scultura en plein air.

A corollario della mostra di Villa Franceschi sono inoltre in programma il 15 luglio e il 19 agosto alle 21 due conversazioni in giardino con il Prof. Angelo Chiaretti, presidente del Centro studi danteschi San Gregorio in Conca e la prof.ssa Annalisa Gallegati, membro del direttivo della Società Dante Alighieri – Comitato di Bolzano che presenteranno aspetti inediti di personaggi e luoghi danteschi.

 

Ieri sera alle presenza delle autorità si è tenuto il taglio del nastro ed è stata anche l’occasione per consegnare una targa in segno di riconoscimento al giornalista Edmo Vandi, cofondatore 45 anni fa del centro. E’ stata poi la giovane cantante riccionese Jessica Sorbello a incantare con la sua voce accompagnata da Andrea Sandroni alle percussioni.

Vivere le ville storiche – ha spiegato l’assessore Alessandra Battarraè una iniziativa che ritengo importantissima, l’Amministrazione ha infatti la volontà di far vivere al pubblico gli splendidi contenitori culturali della città. Da tempo stiamo mettendo al centro della nostra azione la valorizzazione delle ville come patrimonio della città, dimenticate per troppo tempo e che neppure molti riccionesi conoscono”.

 

La mostra, a ingresso libero, è aperta dal 8 luglio al 8 agosto, dal giovedì al sabato dalle 20:30 alle 23:30. Nel giardino della villa performance artistiche con I Giovedì dell’arte, Associazione SCultura Riccione, Centro Arti Figurative.

Informazioni: IAT 0541 426050 www.riccione.it

Associazione Scultura 339 6512975, Centro Arti Figurative 335 6212348, I Giovedì dell’Arte 338 4567278

Notizie correlate