Indietro
menu
A sud l'incidenza più alta

245 contagi in 7 giorni ma ricoveri ai minimi. Impennata vaccini last minute

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 21 lug 2021 15:22 ~ ultimo agg. 22 lug 13:29
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In provincia di Rimini sono stati registrati 245 contagi nella settimana tra il 12 e il 18 luglio, a fronte dei 378 totali delle provincie romagnole, con il distretto di Riccione che spicca con una incidenza di 142 nuovi casi ogni 100mila abitanti rispetto ai 33 di Rimini e ai numeri ancora più bassi del resto del territorio. E’ quanto emerge nel consueto bollettino settimanale diffuso dall’Ausl Romagna. 63 nuovi casi si sono registrati a Rimini, 42 a Riccione, 44 a Cattolica, 26 a San Giovanni in Marignano e 22 a Misano. 

In Romagna, nella settimana di riferimento, si sono registrate 378 positività (2,0%) su un totale di 18.931 tamponi. Si registra una significativa ripresa dei nuovi casi in termini assoluti (+228) con un incremento percentuale rispetto al numero di tamponi eseguiti (+1,1%). Resta basso il numero di ricoveri, appena 5 in tutto il territorio, due in più rispetto alla settimana precedente.
E’ purtroppo evidente dai dati della settimana presa a riferimento che c’è un trend dei nuovi contagi in crescita – commenta Mattia Altini, direttore sanitario Ausl RomagnaTuttavia la situazione dei ricoveri ospedalieri, in particolare nelle terapie intensive resta per ora rassicurante. Con l’attuale situazione epidemiologica si conferma quindi la necessità di mantenere alta la guardia, senza allarmismi ma con un senso di grande responsabilità collettiva. Vogliamo e dobbiamo continuare a somministrare vaccini in maniera incalzante per arrivare il prima possibile a mettere in sicurezza il maggior numero di persone, ridurre la circolazione del virus ed evitare il rischio che si sviluppino ulteriori varianti e che aumentino casi gravi che richiedano ospedalizzazione. Come Azienda stiamo mettendo a punto nuove iniziative volte a intercettare i cittadini ancora esitanti, da affiancare alle misure già intraprese per facilitare l’accesso alla somministrazione. A questo proposito, l’opportunità offerta dall’Azienda USL con la prenotazione Last Minute sta registrando una adesione ampia e gradita da parte della popolazione.” Altini sottolinea infatti i numeri degli ultimi dieci giorni quando i romagnoli che hanno prenotato i posti rimasti disponibili all’ultimo momento per le successive 24 ore sono stati complessivamente 3520: di questi 356 sono cesenati, 907 forlivesi, 873 ravennati e ben 1384 riminesi. Proprio la provincia di Rimini resta però fanalino di coda per le vaccinazioni in tutte le classi d’età e in particolare tra i più giovani.

In base al sequenziamento dei campioni positivi, in Romagna la variante delta rappresenta il 64% dei contagi. La settimana precedente era al 46 e quella prima ancora al 9%.

Notizie correlate
di Redazione   
di Lamberto Abbati