Indietro
menu
Viserba tarda ancora

Tempi e modalità dei lavori ai sottopassi riminesi

In foto: il sottopasso di viale Principe Amedeo
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 14 giu 2021 15:57 ~ ultimo agg. 15 giu 11:20
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con l’apertura alla circolazione sabato scorso del sottopasso di via Portofino a Marebello, si è completato uno dei progetti che l’amministrazione comunale aveva programmato da tempo, ma sono ancora tanti quelli pronti a partire ed altri arrivati alle battute conclusive. E per Viserba si segnala un nuovo allungamento dei tempi.

Interventi molto attesi, che vedono sia la realizzazione dei sottopassi ciclopedonali lungo la Statale 16 sia delle nuove rotonde tra SS16 e SS72 e tra SS16-Montescudo-Coriano, in carico ad Autostrade, necessarie per fluidificare il traffico e ricucire le fratture tra la città a mare e a monte della Statale Adriatica. L’avvio delle opere – all’altezza di via Covignano, via della Fiera, incrocio con SS72 e via Coriano, SS72, via Euterpe – è previsto dopo l’estate. A breve inoltre sarà pubblicata la gara per il miglioramento della viabilità di entrata e di uscita dal quartiere Padulli, intervento che prevede il prolungamento di via Tosca e la riqualificazione del sottopasso ciclopedonale esistente sulla Statale 16. L’inizio dei lavori è previsto entro l’anno.

Diversi i cantieri in carico a Rfi, nell’ambito dei protocolli e accordi siglati dall’amministrazione. Inizieranno a luglio i primi lavori propedeutici per il progetto di sfondamento del sottopasso centrale della stazione di Rimini, uno degli interventi che compongono il piano di riqualificazione dell’hub di piazzale Cesare Battisti condiviso da Comune, Rete Ferroviaria Italiana, FS Sistemi Urbani e Regione Emilia-Romagna. Lo sfondamento del sottopasso centrale consentirà il superamento della separazione tra zona mare all’altezza viale Trieste e il rinnovato piazzale Cesare Battisti e prevede la riorganizzazione dell’area esterna e dell’atrio della Stazione. Nelle prossime settimane quindi inizieranno le prime opere di preparazione del cantiere, che entrerà nel vivo a novembre. In questa fase quindi non ci saranno interferenze al traffico ferroviario, né disagi per i passeggeri.

Al via dopo l’estate i lavori al sottopasso che collega la zona stazione a viale Principe Amedeo, progetto che prevede il miglioramento dell’accessibilità sia lato monte sia lato mare. L’area a mare sarà anche al centro di un complessivo intervento di riqualificazione urbana, con la realizzazione di un nuovo parco attrezzato con giochi lungo via Monfalcone. Un’area di accesso a mare della stazione che sarà realizzato seguendo il modello di quelli di prossima realizzazione nel Parco del Mare. Nel 2022 infine partiranno i lavori per il sottopasso presente lato sud della ferrovia, lungo la ciclabile del parco Ausa.

Sempre nell’ambito dei cantieri a cura di Rete Ferroviaria Italiana, proseguono i lavori per il completamento del sottopasso carrabile a Viserba, all’altezza di viale Garibaldi, tra viale Ghelfi e viale Lamarmora in sostituzione del passaggio a livello tra le vie Morri e Polazzi dove è in corso di realizzazione il sottopasso ciclopedonale. I lavori stanno procedendo secondo le esigenze che via via sopravvengono in un cantiere complesso e l’impegno di Rfi verso il Comune è di consegnarlo per l’inizio dell’anno scolastico 2021 e al momento i lavori sono in linea con questo obiettivo. Restando nel quadrante nord della città, proseguono i lavori al sovrappasso di via Grazia Verenin, chiuso al traffico a seguito di alcune criticità emerse durante alcuni lavori di manutenzione ordinaria. L’intervento, affidato dal Comune ad Anthea, consentirà il pieno ripristino dell’infrastruttura, che dovrebbe tornare fruibile dalla prossima settimana.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
VIDEO