Indietro
menu
Presto l'annuncio della data

Nuova sede VVF a Cattolica. Conciliazione fallita, sciopero in vista

In foto: il distaccamento di Cattolica
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 26 giu 2021 15:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto nei giorni scorsi il tentativo di conciliazione sulla vertenza aperta dalle organizzazioni sindacali FP CGIL VVF, FNS CISL, USB VVF, CONFSAL VVF in merito al disagio che quotidianamente debbono sopportare i lavoratori del distaccamento VVF di Cattolica e sulle lungaggini burocratiche che non consentono l’avvio dei lavori per le nuova sede, prevista nell’invaso sul fiume Conca dopo l’accordo firmato da parte di tutti gli enti interessati il 15 Maggio 2018″. ma il tentativo di conciliazione è fallito, fanno sapere i sindacati, e ora si apre

“Nel tentativo di conciliazione abbiamo con forza ribadito che le criticità dovute al cattivo stato di manutenzione dell’attuale sede continuano a peggiorare. Gli spazi della struttura, ridotti a causa della crisi pandemica, stanno limitando sempre di più la vivibilità del personale, che si vede costretto a vivere in 2 sole stanze, dove sono ammassati armadietti personali, letti per il riposo, sala pranzo, sala operativa, sala formazione, armadietti dispensa alimentare e sala briefing.

Anche per quanto riguarda l’avvio dei lavori per la nuova sede, non registriamo nessun passo in avanti dopo l’ultimo tavolo svolto in videoconferenza con gli uffici della Prefettura, al quale hanno partecipato tutti gli attori interessati alla realizzazione della cittadella del soccorso. Assistiamo invece impotenti ad un continuo cambio di carte in tavola. Nella fattispecie registriamo discussioni fiume per decidere il Comune capofila dei lavori (centrale unica di committenza), e dopo varie interlocuzioni apprendiamo ora che il Ministero dell’Interno ha stabilito che la funzione di Stazione Appaltante non verrà svolta da nessun Comune interessato alla sede, ma verrà affidata (dopo aver erroneamente comunicato il tutto alla posta elettronica certificata del Comando di Firenze al posto di quella di Rimini) al Provveditorato Interregionale per le OO-PP Lombardia Emilia Romagna”.

I sindacati prendono atto “del totale fallimento di quei soggetti che dovevano dare risposte non solo al personale VVF del distaccamento, ma anche a tutti quei cittadini che beneficeranno della centrale del soccorso una volta completata”. Sarà proclamata una giornata di sciopero dei VVF del Comando Provinciale di Rimini, nei prossimi giorni. Dopo l’assemblea con i lavoratori sarà comunicata agli organi competenti ed interessati la data dello sciopero e del contestuale sit-in di protesta, che avverrà presumibilmente fuori la sede VVF di Cattolica, ed alla fine del quale i delegati chiederanno di essere ricevuti dal Prefetto.

Saranno invitati al presidio gli Amministratori dei Comuni interessati alla nuova sede, i Parlamentari del territorio e “quelle forze politiche che vorranno portare contributi per sbloccare questa vergognosa situazione”.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.