Indietro
mercoledì 28 luglio 2021
menu
Basket B Femminile

Niente da fare per la Ren-Auto con la Thunder Matelica

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 13 giu 2021 00:24
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

REN-AUTO vs THUNDER MATELICA 46-63 (19-13; 7-22; 9-12; 11-16), giocata sabato 12/6.

IL TABELLINO
REN-AUTO: Novelli 5, La Forgia 14, Duca E. 6, Pignieri 2, Duca N. 4, Farinello, Borsetti, Capucci 11, Castellani, Lazzarini 2, Tiraferri, Gambetti 2. All. Rossi.

MATELICA: Zito 5, Nociaro 2, Stronati 5, Sbai 6, Takrou 8, Ridolfi, Gramaccioni 4, Gonzales 18, Zamparini 3, Ceccarelli, Franciolini 6, Offor 6. All. Cutugno.

ARBITRI: Cieri e Gaudenzi.

CRONACA E COMMENTO
Ultima partita in casa della stagione per la Ren-Auto che ospita alla Carim, in una serata caldissima, le Thunder Matelica, seconda forza del campionato.

Coach Pier Filippo Rossi opta per un quintetto composto da: Novelli, La Forgia, Capucci, Pignieri e Noemi Duca. Inizio di gara spumeggiante: Novelli segna subito dal mezz’angolo e Matelica replica immediatamente dalla stessa posizione; ribaltamento di fronte e canestro di Capucci per il 4-2. Le belle giocate fioccano da una parte e dall’altra con le squadre che corrono senza risparmiarsi, nonostante il clima torrido: a metà quarto la Ren-Auto è avanti 11-10. A 1’52” dalla prima pausa Matelica trova il pareggio con un tripla, 13-13, ma Capucci con un gioco da tre punti ristabilisce le distanze, 16-13. Ancora Capucci con una gran tripla fissa il primo parziale, 19-13 alla prima pausa.

Dopo 2′ di siccità Noemi Duca segna il primo canestro del secondo quarto, quello del nuovo massimo vantaggio, 21-13. Matelica si riavvicina e dimezza lo svantaggio a metà quarto, 24-20. Le ospiti sono decisamente più in palla in questa fase e, dopo aver pareggiato, trovano con un gioco da tre punti di Gonzales il primo vantaggio della partita, 24-27 a 2′ dall’intervallo. Eleonora Duca con un bel canestro in penetrazione riavvicina l’Happy, ma poi il finale di frazione è tutto targato Thunder e le ospiti chiudono il primo tempo avanti di 9 sul 26-35. Nota statistica: Matelica commette il primo e unico fallo del secondo quarto a 35″ dalla fine, andando a sporcare uno zero alla voce falli quantomeno inusuale.

L’inizio del terzo quarto ricalca esattamente quello del secondo: oltre 2′ senza segnare, poi le Thunder trovano il +11, subito controbattuto da un gioco da tre punti di Capucci, 29-37. L’inerzia resta comunque saldamente in mano a Matelica che allunga ulteriormente e chiude la frazione sul 35-47.

L’ultimo quarto sembra nettamente indirizzato, al punto che le Thunder toccano il +18, ma la Ren-Auto non ci sta e torna anche a -11 col possesso per scendere sotto la doppia cifra di scarto; l’occasione sfuma e così le ospiti riallungano e chiudono sul 46-63.

IL DOPOGARA
«Abbiamo giocato contro una buonissima squadra, forse la migliore del girone – commenta coach Rossi, che può contare su una giocatrice (Gonzales) che non c’entra niente con questa categoria. Le prime avvisaglie di un calo le avevamo già avute a Pesaro dopo la “sbornia” data dalle vittorie con Senigallia e Ancona e ci sta: le ragazze hanno dato tutto e ad obiettivo raggiunto non è facile mantenere l’intensità. Abbiamo comunque fatto 15′ minuti di buon gioco e sono contento di aver fatto giocare anche le più giovani che ci hanno dato una mano per tutta la stagione, soprattutto in allenamento, e che saranno il futuro di questa squadra. Mi dispiace di non aver fatto una partita migliore per l’ultima in casa: andiamo a giocarci l’ultima a Senigallia, ma già pensando al lavoro da fare per la prossima stagione».

La Ren-Auto tornerà in campo a Senigallia sabato 19 giugno, alle ore 18.00, per la gara con il Basket 2000.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Happy Basket Rimini