Indietro
lunedì 2 agosto 2021
menu
San Marino Academy

Futsal, a Bagnolo si fa la storia: Titane per la prima volta in Serie A2

In foto: ©SMAcademy
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
lun 21 giu 2021 19:31
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Alla fine non è stato un en plein, ma nel pensarci nel viaggio di ritorno da Bagnolo, a Gabriele Cellarosi e alle sue ragazze sarà venuto da ridere. Il testa a testa durato tutta una stagione si risolve con il tripudio della San Marino Academy. Al fischio finale della gara-spareggio in terra reggiana, il 2-2 – unica ‘X’ stagionale delle Titane dopo sette vittorie e nessuna sconfitta – basta e avanza per far partire la festa. Era l’ultima tappa del campionato e il +3 sulla seconda in classifica – appunto il Bagnolo padrone di casa – è stato conservato. Dunque, è promozione diretta in Serie A2. Dunque, è un momento storico per questa squadra, che mai si era spinta così in alto nella piramide del calcio a 5 femminile italiano.

Come spesso accade in gare come questa, che sono a tutti gli effetti degli spareggi, l’estetica lascia il tempo che trova. Serve una prestazione fatta di sostanza più che di ricami. Serve la spada più che il fioretto. La gara viaggia subito su ritmi alti, ma le Titane l’approcciano col giusto atteggiamento e dopo 2’ sono già pericolose con Taioli, veloce a cercare la porta con la punta ma non abbastanza precisa al tiro. L’occasione era stata costruita in pressione alta (il recupero palla era stato di Comandini); un’arma, quest’ultima, che sceglie di usare anche il Bagnolo. Al 3’ le padrone di casa, grazie ad un buon pressing, conquistano un fallo laterale da posizione avanzata: Faragò cerca direttamente la porta sull’appoggio di Maretti ma il tiro, deviato, non sorprende Montanari, che si rifugia in angolo. La contro-replica dell’Academy è affidata a Fulvia Dulbecco, che salta Maretti in banda e cerca la porta con un destro potente, spaventando Grossi che però può osservare la palla sfilare sul fondo. Viene poi il momento di Yesica Menin. La 10, subito dopo l’ingresso in campo, si gira su D’Amato e spara verso la porta, trovando sulla traiettoria Grossi. Poco dopo ci prova Comandini: la bomber della squadra (per lei 10 centri in stagione) salta Faragò e calcia col destro, mancando però il bersaglio. Al 17’ Menin sfonda fra tre avversarie ed arriva davanti alla porta, salvo essere fermata all’ultimo da un intervento miracoloso di Bernardi. Al 19’ è Grossi, invece, a neutralizzare il suo destro. Per la giocatrice di origini argentine si tratta però di attendere solo qualche secondo: il minuto è sempre il 19’, Bernardi si scopre e Menin le si fionda addosso scippandole la sfera e calciandola subito all’altezza del primo palo, là dove Grossi non può opporsi. 1-0 e obiettivo che si fa più vicino. Il Bagnolo cerca la reazione immediata. Bonatti riesce a servire centralmente Bernardi, che calcia sotto pressione trovando comunque un pertugio: la palla sfila di poco a lato del palo alla destra di Montanari.
I falli laterali sono una delle situazioni più sfruttate dalle reggiane. Che infatti al 24’ tornano pericolose dalla banda: batte Bonatti, Sileno carica il tiro e Montanari sfodera un riflesso provvidenziale, allungandosi alla propria destra, su un pallone che le era sbucato davanti all’improvviso. Un minuto dopo, rischio per le Titane su un contropiede 3 contro 2: Bonatti allarga per Faragò che cerca di punta il primo palo, trovando sulla propria strada ancora Montanari. L’ultimo acuto del primo tempo è però delle ospiti, con Fulvia Dulbecco che conquista una punizione da buona posizione: batte Cappelli, che sceglie soprattutto la potenza, trovando la pronta risposta di Grossi.

Nella ripresa, subito un’occasionissima per il raddoppio: dopo dieci secondi dal fischio d’avvio Comandini serve Cappelli sul taglio centrale, ma anche stavolta Grossi è brava ad opporsi al tentativo della 2 biancoazzurra. Sull’altro fronte, altro pericolo da laterale: Maretti va col mancino, Montanari respinge. L’azione prosegue, col giro palla del Bagnolo che libera sulla sinistra Iemmi, brava a prendere il tempo a tutte le avversarie con una ‘puntata’ che si infila nell’angolino basso, complice anche una deviazione. L’1-1 è ancora un risultato amico dell’Academy, che però vede assottigliarsi enormemente il margine di sicurezza. Serve allora una reazione, che prende corpo al 34’, quando Menin conduce una ripartenza 3 contro 2 e poi offre palla a Fulvia Dulbecco, che non ci pensa due volte a scaraventarla sotto la traversa. Nuovo vantaggio ossia nuovo ‘bonus’ per l’Academy, costretta però a fare i conti con il ritorno del Bagnolo, che nella stessa azione impegna Montanari due volte: prima con Faragò e poi con Maretti, pronta ad avventarsi sulla respinta ma anche lei, come la compagna, costretta a sbattere sull’estremo ospite.
Al 40’ Titane di nuovo pericolosissime con Fulvia Dulbecco, che incrocia con il destro direttamente dalla banda arrendendosi al volo, bello stilisticamente ma soprattutto efficace, di Grossi. Dall’altra parte, Bonati sguscia tra due avversari e poi apparecchia per Faragò, in posizione ideale di sparo ma fermata dall’uscita di Montanari. Intanto, da qualche minuto, il tecnico di casa aveva deciso di giocarsi la carta del portiere di movimento. Le Titane reggono molto bene l’infinito giro palla avversario, sbandando solo al minuto 52’, quando Maretti si ritaglia quella frazione di secondo necessaria per mettere nel mirino la porta e calciare di punta: il tiro, di grandissima precisione e velocità, si insacca esattamente là dove era andato a spegnersi quello di Iemmi. Il pareggio infuoca i minuti finali, con le reggiane ad insistere nell’utilizzo del portiere di movimento e le Titane pronte a tamponare ogni spiraglio e magari a calciare a porta vuota. Solo Montanari e Menin accarezzano questa idea, difettando però di precisione. Il resto è tanta tensione convertita in garra utile a sporcare le traiettorie di passaggio o a chiudere tutti i pertugi. L’unica occasione nei minuti conclusivi ce l’ha anzi Turnone, al rientro dall’infortunio e spedita davanti al portiere da Menin: l’uscita di Grossi evita il 2-3.

Il pareggio non basta comunque al Bagnolo per evitare lo spareggio-promozione, mentre per le Titane significa primato mantenuto e quindi Serie A2 assicurata. Nel dopo partita i festeggiamenti si prolungano all’infinito e coinvolgono proprio tutti: allenatore, staff, accompagnatori, pubblico (il palazzetto era al 25% della capienza). E, soprattutto, le protagoniste di una stagione straordinaria, ossia quel gruppo di calciatrici che ha attraversato momenti di logorante stasi – lunga l’attesa dell’inizio del campionato nei mesi del Covid – ma poi si è compattato e ha macinato vittorie al punto da meritarsi la soddisfazione di un traguardo di portata storica per questi colori.

Nel fine settimana hanno completato i rispettivi percorsi anche le formazioni maschili Under 13 e Under 17, le uniche ancora alle prese con impegni di campionato. Niente vittoria con sorpasso finale per l’Under 17, battuta in casa dall’Imolese, che si è imposta 4-0. Risultato ampiamente scritto nel primo tempo, con i centri di Zannoni, Imperato e Cavazza; il sigillo rossoblù a ripresa inoltrata, con Marku ad aggiungersi al novero dei marcatori di giornata. Sempre sabato, in campo anche gli Under 13 Professionisti, ospiti del Ravenna. Dopo una prima frazione chiusa a reti inviolate, i padroni di casa si impongono di misura (sempre per 1-0) nelle restanti due, chiudendo così col punteggio complessivo di 3-1.

Campionato Nazionale Under 17 Serie C, 10° giornata | San Marino Academy – Imolese Calcio 0-4

SAN MARINO ACADEMY: Amici (dal 46’ Cervellini); Guerra (dal 46’ Terenzi), Giannini, Nucci, Pelliccioni (dal 46’ Vittori), Casadei, Argenziano (dal 60’ Molinari), Lisi (dal 46’ Morini), Santi (dal 70’ Valli Casadei), Sebastiani, Gasperoni (dal 70’ Tumidei). Allenatore: Loris Bonesso.

IMOLESE CALCIO: Bovo; Copello (dal 65’ Morara), Bastianelli (dal 65’ Badiali), Capozzi (dal 56’ Oliverio), Cavazza, Rocchi, Marku, Fini (dal 56’ Betti), Zannoni (dal 56’ Capi), Mangherini (dal 56’ Rontini), Imperato. A disposizione: Hysi. Allenatore: Luca Trecco.

Arbitro: Giorgio Piraccini di Cesena.
Assistenti: Matteo Merloni di Ravenna e Mario Topo di Cesena.

Ammoniti: Copello, Giannini, Betti.

Marcatori: 1’ Zannoni, 11’ Imperato, 36’ Cavazza, 70’ Marku.

Campionato Serie C femminile di futsal, 10° giornata | Bagnolo C5 – San Marino Academy 2-2

BAGNOLO CALCIO A 5: Grossi; Bonatti, Faragò, D’Amato, Maretti. A disposizione: Simonelli, Poli, Iemmi, Parmiggiani, Pinca, Bernardi, Sileno. Allenatore: Orlando D’Alsazia.

SAN MARINO ACADEMY: Montanari; Cappelli, Comandini, F. Dulbecco, Taioli. A disposizione: Lanzarotti, Bianchi, Menin, Turnone, C. Dulbecco, Canuti, Venturini. Allenatore: Gabriele Cellarosi.

Arbitro 1: Giovanni Giliberti di Forlì.
Arbitro 2: Marco La Torre di Lugo di Romagna.

Ammonite: Bonatti, C. Dulbecco, Cellarosi, Ferrari.

Reti: 19’ Menin, 32’ Iemmi, 34’ F. Dulbecco, 52’ Maretti.

Ufficio Stampa San Marino Academy

Notizie correlate
di Icaro Sport