Indietro
menu
controlli a tappeto

Dopo il pestaggio di un 13enne, la polizia passa al setaccio la zona della stazione

In foto: i controlli in zona stazione della polizia (foto Migliorini)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 28 giu 2021 17:21 ~ ultimo agg. 29 giu 12:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Venerdì scorso, poco prima delle 15, nel sottopasso del grattacielo (in zona stazione), un 13enne è stato pestato a sangue e rapinato della catenina da una baby gang composta da minorenni magrebini in vacanza a Rimini. L’aggressione si è consumata sotto gli occhi increduli di alcuni passanti. E’ stata una turista a chiedere aiuto attirando l’attenzione di alcuni poliziotti che si trovavano all’Artrov, il ristorante di piazzale Cesare Battisti. Sono stati loro a intervenire per primi interrompendo il massacro. Tre degli aggressori sono stati prontamente fermati dagli agenti della Polfer per rapina aggravata in concorso.

Un fatto grave che, unito alle diverse segnalazioni di bivacchi e degrado in zona stazione, ieri ha fatto scattare un blitz congiunto di polizia di Stato e Locale, quest’ultima di supporto con l’Unità cinofila. I poliziotti hanno passato al setaccio la stazione, piazzale Cesare Battisti e le zone limitrofe. Hanno identificato e controllato decine di persone, tra cui alcuni viaggiatori appena arrivati a Rimini. Hanno anche allontanato un paio di sbandati e perlustrato l’intera area con i cani antidroga. Un servizio mirato per ribadire che la zona della stazione resta sotto osservazione da parte delle forze dell’ordine.