Indietro
menu
Sabato la manifestazione

Antenne: in piazza a Rimini il Comitato dei tanti comitati

In foto: dall'invito
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 4 giu 2021 11:30 ~ ultimo agg. 13:43
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nasce il super comitato “NOantennerimini” costituito dal comitato No antenna INA Casa; Comitato Palas “l’Astronave che Fuma”; Comitato Via delle Fosse; Comitato Via Ceccarelli; Comitato di Viserba Monte; Comitato Viserba Mare. Il primo appuntamento è per la manifestazione di sabato 5 giugno alle 10.30 in piazza Cavour a Rimini.

“Negli ultimi tre anni il parco antenne è aumentato del 30% e in Romagna – spiegano i promotori – Rimini gode del primato di ospitarne il più alto numero, oltre 700. Secondo i comitati il fenomeno pare essere sfuggito dal controllo amministrativo. I comitati unti chiedono innanzitutto che venga aggiornato il regolamento comunale, fermo al 2020: esso rappresenta ancora una risorsa che se ben applicata favorirebbe la localizzazione delle nuove infrastrutture in modo più razionale nel rispetto dei “siti sensibili”.
Occorre creare un catasto delle antenne ed attuare la zonizzazione del territorio per l’individuazione morfologica di aree più o meno idonee alle installazioni.

La carenza di un progetto di localizzazione nel territorio si è trasformata in disagi e rischi riversati sui cittadini, che si vedono sempre più spesso collocare antenne senza alcuna razionalità. Per questo si acuiscono sempre più i conflitti sociali, nascono spontaneamente nuovi comitati per contrastare le installazioni di stazioni radio base imprudentemente collocate troppo vicine alle abitazioni o presso scuole e asili, i cosiddetti “siti sensibili” che lo stesso regolamento può e deve tutelare.

Le richieste: “Aggiornamento del regolamento comunale, catasto delle antenne, zonizzazione del territorio, rispetto dei siti sensibili, verifica delle autocertificazioni dei gestori telefonici, monitoraggio delle antenne installate per individuare quelle non conformi alle linee guida”.

Notizie correlate
di Redazione