Indietro
menu
tra teologia e arte

A Monte Formosino incontro su Papa Ganganelli

In foto: i protagonisti dell'incontro su papa Ganganelli
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 22 giu 2021 13:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Grande interesse al convento di Monte Formosino per l’incontro su “Clemente XIV: un Papa per la cultura“, sulla storia di Papa Ganganelli che fu colui che iniziò la causa di beatificazione di Sant’Amato Ronconi.

Domenica 20 giugno, ospiti della Famiglia Galanti si è svolto l’appuntamento che ha dato inizio ad una collaborazione tra Romagna e Marche, nel segno dell’affascinante storia del Papa. La conferenza è stata tenuta dall’architetto Johnny Farabegoli, docente presso l’Istituto di Scienze Religiose A. Marvelli di Rimini, responsabile dei beni culturali della Diocesi di Rimini, che ha messo in luce le grandi doti di Clemente XIV: umanista, filosofo, teologo ma anche committente di opere d’arte per favorire la conoscenza più profonda della religione.

L’approfondimento del valore culturale di Papa Ganganelli, ha sorpreso e colpito positivamente i presenti al punto di proporre nuovi incontri e iniziative comuni nel suo nome – spiegano il sindaco Dilvo Polidori e Gigliola Fronzoni, assessore alla Cultura -. Il Comune di Saludecio, promotore e organizzatore di questo interessante incontro, valorizzato dalla bellezza e dal profondo significato del luogo, dove studiò e prese i voti vestendo il saio francescano Giovanni Ganganelli, sarà sicuramente impegnato in questo intento e farà tutto quanto possibile perché ciò avvenga. Un grazie anche l’Osservatorio Nicolò Copernico di Saludecio, che con il suo planetario ci ha permesso di vedere il cielo del 1700, al tempo di papa Ganganelli. Ringraziamo i presenti ed in particolar modo il vicesindaco di Sant’Angelo in Vado per la partecipazione”.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione   
FOTO