Indietro
menu
L'albero era in salute

Tagliato il pino secolare nel Santuario di Bonora. La denuncia del WWF

In foto: quel che resta del pino tagliato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 14 mag 2021 13:03 ~ ultimo agg. 18:25
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il WWF di Rimini denuncia il taglio del pino ultra secolare del Santuario di Bonora a Montefiore Conca. “Si trattava – spiega l’associazione – di una pianta monumentale totalmente sana e priva di problemi di staticità, parte integrante del prezioso ambiente naturale, in cui è ubicato il Santuario, la quale richiedeva solamente una potatura periodica dei rami così come, con amore, il precedente parroco reggente del luogo di culto aveva sempre provveduto a fare. Le vigorose radici della pianta erano oramai da più di un secolo saldate nella profondità del terreno naturale sottostante il piazzale del santuario e contribuivano così a mantenerne la stabilità.”.

Il WWF precisa di non essere al corrente delle responsabilità e delle ragioni “di questa iniziativa brutale” e si chiede se sia stato chiesto un parere tecnico qualificato o i necessari permessi di legge. “Domande alle quali sarà doveroso da parte dell’Autorità Ecclesiastica dare una risposta” scrive .

Ma, denuncia l’associazione, non si tratta purtroppo di un caso isolato. “Mentre tutti si riempiono la bocca di parole quali sostenibilità ambientale e transizione ecologica si assiste al sempre più grave depauperamento del patrimonio ambientale arboreo urbano e rurale. Un fenomeno di spaventosa gravità che solo attraverso la mobilitazione della coscienza e dell’iniziativa politica ecologica della collettiva si riuscirà forse ad arginare” conclude il WWF.

Notizie correlate