Indietro
menu
Dopo il passaggio a FdI

Paolucci e Sacchetti (PD): Spinelli da civica a destra, corianesi non rispettati

In foto: Paolucci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 29 mag 2021 10:10 ~ ultimo agg. 10:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Chi e cosa rappresenta oggi Domenica Spinelli a Coriano?  Filippo Sacchetti (Segretario PD Provincia Rimini) Cristian Paolucci (Segretario PD Coriano) sottolineano l’incoerenza della situazione attuale con un sindaco eletta come civico e che oggi si lega a un altro partito (vedi notizia). Opportuno sarebbe, dicono, che il sindaco lasciasse l’incarico prima di dedicarsi a “svolazzi senza sosta”.


L’intervento di Paolucci e Sacchetti:

Il Sindaco Spinelli vola tanto in alto da non vedere nemmeno i suoi concittadini, mostrando profondo sprezzo per chi l’ha votata, poiché chi le ha permesso di ottenere l’incarico che ricopre, ha dato il proprio voto a una donna che si è posta come rappresentante di una lista civica e non del partito italiano di estrema destra. Ora, chi l’ha votata si riconosce in questa giravolta di pensiero? Si riconosce nel pensiero e nei valori proclamati da Giorgia Meloni? E cosa pensano i membri della sua Giunta? Anche loro, civici della prima ora, volano al di sopra della volontà espressa dagli elettori?

Si dice che il Partito di Fratelli d’Italia abbia il suo primo Sindaco nella provincia di Rimini, ma questo non rispetta la verità dei fatti, perché questo partito non era nemmeno presente nella scheda elettorale e quindi non può essere rappresentante, in questo momento, di nessun cittadino di Coriano che abbia votato alle scorse elezioni amministrative. Quisquilie? No, per tutti coloro che credono nella democrazia, per chi, quando offre il proprio voto, lo fa per essere rappresentato, perché attribuisce fiducia al candidato in cui si riconosce, a cui chiede coerenza tra dichiarazioni e decisioni. Coerenza, quindi, vorrebbe che il Sindaco lasciasse l’incarico prima di prendere la propria strada e consentisse ai corianesi di decidere chi rappresenta davvero il proprio pensiero senza essere involontariamente trascinati dalla Sindaca in svolazzi senza sosta, alla ricerca di proprie personali sicurezze. Ancora di più dato che lei stessa afferma di non aver aderito prima a FdI per non togliere energie alla sua amministrazione, ora, evidentemente, l’amministrazione di Coriano non è più la sua priorità e sente di poterlo fare.

Notizie correlate