Indietro
menu
In una situazione delicata

Maggioli (Confindustria): nella battaglia su candidature si è esagerato, non fa bene a Rimini

In foto: Paolo Maggioli (Confindustria Romagna)
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 24 mag 2021 13:11 ~ ultimo agg. 25 mag 10:44
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Andare in giro per la Romagna e sentirsi dire, fuori da Rimini, ‘ma cosa succede a Rimini’, non è molto edificante, credo che non sia una bella cosa”. Lo ha detto, a margine dell’aggiornamento sull’andamento economico della provincia di Rimini, il presidente di Confindustria Romagna Paolo Maggioli. Che non ha fatto nomi esplicitamente, ma con un evidente riferimento alla diatriba sulla candidature nel centrosinistra di Rimini. Crediamo che in una fase come questa mettere in piedi una battaglia così cruenta ed esagerata come quella in corso in questo momento su Rimini non sia una cosa positiva”.

“A noi una soluzione o l’altra non interessa, ci mancherebbe altro”, specifica Maggioli. “Non entriamo in questo tema che non ci riguarda. Però ci riguarda quando si esagera, perché teniamo conto che Rimini in questo momento è la provincia della Romagna più debole, e di questo bisogna prendere atto. E la situazione in cui siamo con una stagione estiva alle porte, le aziende che stanno cercando con fatica di ripartire e ce la stanno facendo, e la povertà che è cresciuta in questo periodo, assistere a Rimini a queste scene esagerate e andate oltre non credo sia un bell’esempio. Non va bene alla città e non fa bene alla città. Preferiremmo sentire parlare di cosa facciamo a Rimini domani o dopodomani perché è quello il tema vero”.