Indietro
menu
La precisazione

L'assessore Dionigi Palazzi (FI): sulla polisportiva sto con la Tosi

In foto: Andrea Dionigi Palazzi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 19 mag 2021 10:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore del comune di Riccione Andrea Dionigi Palazzi si esprime sulla querelle sulla polisportiva dopo l’intervento del commissario Ivano Batani di Forza Italia (vedi notizia), partito con cui è stato eletto.

Sostengo e sosterrò sempre – scrive l’assessore – le scelte dell’amministrazione Tosi, perché è la migliore opportunità per la nostra città. Forza Italia, schieramento in cui sono impegnato da anni, che mi ha visto il candidato più votato nelle ultime comunali, e che mi ha scelto come candidato alle regionali, fa parte della maggioranza e come assessore di questa Giunta ho condiviso ogni passo compiuto. A proposito della Polisportiva, l’amministrazione ha agito per tutelare una struttura di proprietà pubblica, la piscina comunale, che non può essere gestita come un affare privato, usata per fare pressioni politiche a favore di quello e contro quell’altro. Cosa che invece il Pd sta facendo in maniera scomposta soprattutto dopo l’entrata in Cda del consigliere Maurizio Pruccoli, ex assessore Pd ai Lavori Pubblici. Il Pd 1 e il Pd 2 stanno usando la Polisportiva per fare politica prendendo a pretesto i litigi. Tra amministrazione e Polisportiva invece le questioni stanno a zero. Ci vuole, a questo punto, serietà. Noi che oggi abbiamo il compito di amministrare questa città abbiamo chiesto al Cda della Polisportiva, la stessa serietà che usiamo noi quando spendiamo i soldi dei riccionesi. La risposta è stata fumo negli occhi. Ma i riccionesi sanno perché è già accaduto nella nostra città, con strutture gestite male dalla sinistra, che i litigi creati ad arte dalle due fazioni in continua lotta tra loro, Pd1 contro Pd2, sono solo una scusa strumentale. E’ strumentale, ripeto, ridurre la questione Polisportiva ai litigi, alle vendette come quella sul presidente onorario Giorgio Gori o contro i 100 hotel del Consorzio Sport. Così facendo si sbaglia due volte. Una prima volta perché si insulta l’intelligenza dei riccionesi che hanno capito bene che intorno alla piscina si muovono interessi politici che vanno oltre lo sport. Una seconda volta perché si pensa di fare opposizione nei confronti di questa amministrazione quando invece bisogna chiedere trasparenza al presidente Solfrini. Forza Italia, come partito liberale, la pretenderà, perché vede il ruolo dell’amministrazione come garanzia per tutti i cittadini.”

Notizie correlate